Create your own awesome maps

Even on the go

with our free apps for iPhone, iPad and Android

Get Started

Already have an account?
Log In

Sociologia della Comunicazione Scienze e Tecniche Psicologiche e delle relazioni d’aiuto a.a. 2008-2009, KF by Mind Map: Sociologia della Comunicazione
Scienze e Tecniche Psicologiche 
e delle relazioni d’aiuto
a.a. 2008-2009, KF
5.0 stars - 1 reviews range from 0 to 5

Sociologia della Comunicazione Scienze e Tecniche Psicologiche e delle relazioni d’aiuto a.a. 2008-2009, KF

Fase 2 attività di gruppo

I contenuti del corso vengono suddivisi in 3 moduli concernenti i tre blocchi  tematici fondamentali del corso e vengono inseriti in una view. I partecipanti all’attività si dividono in gruppi. Sulla base di quanto emerso dalla prima  fase di socializzazione,  il tutor dà tanti input tematici quanti sono i gruppi, cercando di favorire un collegamento tra i contenuti teorici del corso e l’esperienza dei corsisti, soprattutto quella legata ai loro contesti professionali. Ogni input presenterà al gruppo una tematica del corso in forma di problem solving,  che il gruppo dovrà affrontare partendo dalla propria esperienza lavorativa o formativa (effettiva o attesa).  

Dal 22/3 al 20/4

Il lancio della Fase2

Post Luisanna Fiorini

IMPORTANTE, LEGGERE ATTENTAMENTE Carissimi, iniziamo la seconda fase del nostro percorso che, come da patto formativo iniziale, si svolgerà in questo modo: 1 parte 1.1 dal 22/3 al 20/4: Discussione delle tematiche del corso. I contenuti del corso vengono suddivisi in 3 moduli concernenti i tre blocchi tematici fondamentali. Inizano a formarsi gruppi di interesse su specifiche sotto-tematiche, principalmente contestualizzate nell'esperienza. 1.2 Sulla base di quanto emerso dalla prima fase di socializzazione, il tutor dà tanti input tematici quanti sono i gruppi, cercando di favorire un collegamento tra i contenuti teorici del corso e l’esperienza dei corsisti, soprattutto quella legata ai loro contesti professionali. Al termine della prima parte ci sarà l'incontro in presenza, (data da definire) durante il quale verranno in pratica definiti i gruppi e le tematiche del project work finale. 2 parte 2.1 dal 21/4 al 25/5: lavoro sul project work. 2.2 Il lavoro di project work dovrà essere supportato da un adeguato materiale teorico di approfondimento, in parte fornito dal tutor, dopo aver consultato il docente, in parte reperito dagli stessi corsisti 2.3 Ogni partecipante, all’interno del suo gruppo o del corso, scambia (offre e acquisisce) conoscenza facendo domande e fornendo risposte nei forum 2.4 Alla fine di questa fase i gruppi inseriranno in rete i report della loro attività con i loro project work Ciascuno dovrà aver totalizzato in questa fase almeno 2 interventi nel forum del suo gruppo, oltre ad aver partecipato alle attività di project work Troverete 3 aree di discussione, supportate da idoneo materiale fornito dalla prof.ssa Maria Giovanna Onorati. Le aree di discussione sono state decise in base a tre parametri concorrenti: 1) Le tematiche specifiche di studio 2) Le vostre biografie professionali e personali 3) Gli interessi e gli input, razionali ed emotivi, emersi nella prima fase Titolo aree di discussione: 1) Comunicazione in presenza come atto razionale e atto emotivo. (La differenza tra trasmettere informazioni e entrare in relazione. L'importanza del codice, dei segni paralinguistici, del contesto e del ricevente. Il feedback come elemento virtuoso.) 2) Gli effetti della comunicazione mass-mediatica sul nostro specifico contesto lavorativo (Influenze positive e negative dei media sulla percezione delle problematiche sociali e sui rapporti interpersonali e professionali.) 3) Esperienze di comunicazione face-to-face e mediata nella nostra esperienza personale e lavorativa. (Complementarità, specificità, criticità.) Materiale di studio: ______________ Sociologia della comunicazione mod 1 Tema: La comunicazione in un'ottica sociologica, La comunicazione come principale fattore dell’azione sociale, La comunicazione come processo: Modelli, schemi, funzioni. ______________ Sociologia della comunicazione mod 2 Tema:Teoria pragmatica della comunicazione umana (Palo alto), Modello “drammaturgico” (Goffman), La comunicazione come comportamento, Comunicazione in contesto. ______________ Sociologia della comunicazione mod 3 Tema: La comunicazione mass-mediatica In ultimo, ma non meno importante, vi fornisco la mia ri-lettura sintetica della fase di socializzazione, tra razionalità ed emozioni. Buon lavoro a tutti noi Luisanna Fiorini

I materiali di studio

I materiali della prof.ssa Onorati

Tre presentazioni che forniscono una visione di sintesi.

M. LIVOLSI, Manuale di sociologia della comunicazione, Laterza, Bari-Roma, 2003

G. LOSITO, Il potere dei media, Carocci, Roma, 1994

Le tre views

Comunicazione in presenza come atto razionale e atto emotivo

La differenza tra trasmettere informazioni e entrare in relazione. L'importanza del codice, dei segni paralinguistici, del contesto e del ricevente. Il feedback come elemento virtuoso.

Esperienze di comunicazione face-to-face e mediata nella nostra sfera personale e lavorativa

Influenze positive e negative dei media sulla percezione delle problematiche sociali e sui rapporti interpersonali e professionali.

Gli effetti della comunicazione mass-mediatica sul nostro specifico contesto lavorativo

Complementarità, specificità, criticità.

N° post per studente e per view

  Comunicazione in presenza come atto razionale e atto emotivo Esperienze di comunicazione face-to-face e mediata nella nostra sfera personale e lavorativa Gli effetti della comunicazione mass-mediatica sul nostro specifico contesto lavorativo Totale interventi per corsista Enrico Titolo 6 2 3 11 Luigi Sacco 4 3 3 11 Chiara Morello 3 2 2 7 Michèle Sarteur 3 1 2 6 Ferdinando Calcagnile 3 4 2 9 Valter Barailler 4 2 2 8 Daniela Degioz 3 3 2 8 Delphine Togniettaz 1 3 1 5 Totale interventi per view 27 20 17  

Chiara Morello

3

2

2

Daniela Degioz

3

2

2

Delphine Togniettaz

1

3

1

Enrico Titolo

6

2

3

Ferdinando Calcagnile

3

4

2

Luigi Sacco

4

3

3

Michèle Sarteur

3

1

2

Valter Barailler

4

2

2

2

Spunti progettuali emersi

La comunicazione come competenza di base nella professione

Il ricevente esperto come ago della bilancia nei processi comunicativi

Educazione e formazione dell'utente-consumatore alle strategie pubblicitarie crossmediatiche

Il nostro ruolo attivo in un sistema caratterizzato da discontinuità e policentrismo formativo

Dimensione spazio-temporale nella comunicazione mediata sincrona e asincrona

Equilibrio e complementarità tra comunicazione face-to-face e mediata nell'ambito lavorativo

Fonti e selezione dell'informazione nella piazza telematica globale

Autenticità delle relazioni e amicizie nella dimensione virtuale. Il fenomeno Facebook

Webstato: democrazia e cittadinanza digitale consapevole

Divario digitale come ostacolo all'accesso alle fonti, all'informazione, alla conoscenza