DoQui Acta per la dematerializzazione

Get Started. It's Free
or sign up with your email address
Rocket clouds
DoQui Acta per la dematerializzazione by Mind Map: DoQui Acta  per la dematerializzazione

1. Dal cartaceo protocollocentrico...

1.1. caratteristiche

1.1.1. il cambiamento introdotto dalla riproducibilità

1.2. limiti

1.2.1. gestione dei soli documenti ufficiali

1.2.2. ridondanza

1.2.3. unitarietà del processo

2. ...al sistema gestione documentale

2.1. nuovi paradigmi

2.1.1. protocollo come cancello di entrata/uscita

2.1.2. documento informatico

2.1.3. archiviazione digitale

2.1.3.1. ambiente condiviso

2.1.3.1.1. tra utenti

2.1.3.1.2. tra applicazioni

2.1.3.2. sistematizzazione

2.1.3.2.1. titolario

2.1.3.2.2. piano di fascicolazione

2.1.4. gestione dei flussi documentali

2.1.4.1. smistamento

2.1.4.2. invito

2.1.4.3. inoltro

2.1.5. cooperazione

2.1.5.1. applicativa

2.1.5.2. inter-ente

2.2. cambiamenti di logiche

2.2.1. da originale a contenitore

2.2.2. da copia a etichetta (tag / metadato)

2.2.3. da trasmissione a condivisione

2.3. le ricadute organizzative

2.3.1. punti di vista sulla struttura

2.3.1.1. organigramma

2.3.1.2. AOO

2.3.1.3. nodi

2.3.2. ridefinizione delle responsabilità

2.3.3. revisione dei processi

3. Concetti archivistici di base

3.1. gli archivi

3.1.1. corrente

3.1.1.1. ordinati per

3.1.1.1.1. ordine alfabetico-onomastico

3.1.1.1.2. metodo cronologico

3.1.1.1.3. metodo per materia

3.1.1.1.4. metodo numerico

3.1.1.2. classificazione

3.1.1.2.1. il titolario

3.1.1.2.2. gli indici di classificazione

3.1.1.3. il registro di protocollo

3.1.1.4. il fascicolo

3.1.2. di deposito

3.1.2.1. tutti i fascicoli chiusi

3.1.2.2. procedure di scarto

3.1.3. storici

4. ...al protocollo informatico...

4.1. Protocollo come cancello entrata/uscita

4.2. caratteristiche

4.2.1. velocizza operazioni

4.2.2. consente modelli organizzativi decentrati

4.2.3. supporto della carta

4.2.4. processi restano fuori del sistema

4.3. le basi tecncologiche

4.3.1. rete

4.3.2. memoria di massa ridotta