Agire didattico di un'insegnante

Get Started. It's Free
or sign up with your email address
Rocket clouds
Agire didattico di un'insegnante by Mind Map: Agire didattico di un'insegnante

1. immagine o modello di apprendimento

1.1. Apprendimento per associazione o Comportamentismo

1.1.1. Visione passiva del soggetto che apprende - la mente e' vista come una tabula rasa. Il nostro apprendimento avviene per associazione ma è il docente che compie quest'operazione di associazione.

1.2. Apprendimento per comprensione delle strutture o della Gestalt

1.2.1. L'apprendimento viene concepito come campo in cui i singoli elementi si dispongono in modo da formare una struttura particolare: il discente apprende quando riesce a cogliere la struttura globale dei concetti, individuando e comprendendo le relazioni tra gli elementi.

1.3. Apprendimento attraverso la scoperta

1.3.1. Il discente esce da una situazione di passività per farsi attivo ricercatore delle risposte ai problemi posti dai contenuti

1.4. Apprendimento attraverso la costruzione sociale o Socio-Costruttivismo

1.4.1. Questo modello si basa sul tentativo di far abbandonare le preconoscenze che l' uomo tende a sviluppare precocemente per accettarne di nuove tramite il richiamo alle conoscenze dei familiari o l'interazione con gli altri

2. metodo d'insegnamento basato su

2.1. idea di discente con un ruolo attivo nel suo apprendimento (attivismo pedagogico - costruttivismo socio-culturale)

2.1.1. Learning by doing

2.1.1.1. "Imparare facendo" riguarda tutte le forme didattiche basate sul concetto che s'impara attraverso il fare non solo memorizzando ma comprendendo.

2.1.1.1.1. Risoluzione di problemi on line

2.1.2. Lavoro di gruppo e Cooperative learning

2.1.2.1. La conoscenza e' intesa come una costruzione condivisa tra punti di vista. questo metodo e' centrato sul lavoro di gruppo

2.1.2.1.1. Gruppi di lavoro on line secondo tre tecniche di cooperazione on line: Sequenziale - Parallelo - Reciproco. Utilizzo anche di una tecnica chiamata Brainstorming

2.1.3. Metodo globale

2.1.3.1. Si basa sulla teoria psicologica della Gestalt

2.1.3.1.1. Applicazione della didatica con l'uso dei media (rappresentazioni grafiche, modelli visuali, schemi o mappe cognitive.)

2.1.4. Multiple Approaches to understanding

2.1.4.1. Deriva dalla teoria delle intelligenze multiple di Gardner.

2.1.4.1.1. Utilizzo degli Entry Points

2.1.5. Goal based

2.1.5.1. Basato sul "Learning by doing" ma è più un " Saper come si fa qui"

2.1.5.1.1. si intende perseguire lo sviluppo delle abilita' nello stesso contesto in cui verranno utilizzate. Il metodo è applicabile si in situazione reale che simulata.

2.1.6. Elaboration theory

2.1.6.1. Si basa sulla suddivisione sequenziale dei contenuti.

2.1.6.1.1. l'utilizzo della tecnologia in questo metodo è molto difficile da applicare perché è molto complesso costruire le formalizzazioni in grado di determinare la terminizzazione di ogni sequenza.

2.1.7. Principi generali di Merril

2.1.7.1. Merril ha identificato 5 dimensioni dell'insegnamento: Problem - Activation - Demonstration - Application - Integration

2.1.7.1.1. favorisce le metodologie attive in particolare il problem solving e l'interazione con il docente e col gruppo.

2.2. idea di discente con un ruolo passivo nel suo apprendimento (idea trasmissiva dell'insegnamento)

2.2.1. Individualizzazione

2.2.1.1. Lo scopo e' di adattare il processo d'istruzione alle necessità di ogni singolo allievo

2.2.1.1.1. Il sistema d'istruzione ( macchina o docente) regola il processo di individualizzazione

2.2.2. Mastery learning

2.2.2.1. "Apprendimento della padronanza" modalità d'insegnamento individualizzato attuato collettivamente sul l'intero gruppo

2.2.2.1.1. Automatizzazione della didattica con le teaching machines

2.2.3. Personalizzazione

2.2.3.1. Indica lo sviluppo della dimensione sociale e individuale di ogni discente in quanto persona

2.2.3.1.1. " information retrieval"