LA PROGETTAZIONE DI UN PERCORSO FORMATIVO ON LINE

Get Started. It's Free
or sign up with your email address
Rocket clouds
LA PROGETTAZIONE DI UN PERCORSO FORMATIVO ON LINE by Mind Map: LA PROGETTAZIONE DI UN PERCORSO FORMATIVO ON LINE

1. una linea - guida per la progettazione

1.1. LE FASI

1.1.1. quali sono le fasi della progettazione?

1.1.1.1. definizione degli obiettivi formativi

1.1.1.1.1. in che cosa consiste?

1.1.1.2. analisi dei bisogni e del contesto

1.1.1.2.1. in che cosa consiste?

1.1.1.3. strutturare il design del modello didattico

1.1.1.3.1. in che cosa consiste?

1.1.1.4. verifica della fattibilità e dei costi

1.1.1.4.1. in che cosa consiste?

1.1.1.5. verifica di congruenza dei risultati delle fasi precedenti

1.1.1.5.1. in che cosa consiste?

1.2. L'ATTENZIONE VERSO IL SOGGETTO DESTINATARIO

1.2.1. quali necessità ha il soggetto destinatario?

1.2.1.1. capire in ogni momento a che punto si trova del proprio processo formativo

1.2.1.2. avere presente sempre qual'è l'obiettivo delle attività proposte di volta in volta

1.2.1.3. poter comprendere in ogni momento quel'è il livello di progressione delle proprie conoscenze

1.2.2. quali suggerimenti fornire ai soggetti destinatari?

1.2.2.1. Draves propone di fornire alcuni suggerimenti agli studenti; sono indicazioni su come manipolare il più possibile l'ambiente fisico di apprendimento on line in modo da evitare interferenze e problemi

1.2.2.1.1. quali sono questi suggerimenti e a quali dimensioni sono legati?

1.3. IL DESIGN

1.3.1. come strutturare il design del formato didattico?

1.3.1.1. bisogna tenere conto della possibilità che il processo formativo sia aderente ad un formato blended, affrontando quindi in problema della distribuzione delle attività in presenza e in rete

1.3.1.1.1. è utile procedere tenendo conto di una macro - suddivisione

1.4. LA VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI

1.4.1. come valutare gli apprendimenti?

1.4.1.1. la valutazione on line può essere realizzata facendo ricorso a diversi strumenti di verifica con diversi livelli di automatizzazione

1.4.1.1.1. differenze riguardo le modalità di automazione implementabili a due livelli

1.4.2. quali criticità presenta la valutazione automatizzata?

1.4.2.1. l'automatizzazione esclude la possibilità che nel giudizio si tenga conto di fattori esterni alla prova stessa (es. difficoltà dei discenti o impossibilità di controllare anomalie tecniche)

1.4.2.2. qualsiasi forma di valutazione erogata a distanza è difficilmente certificabile come valida, dato che non è possibile monitorare il contesto in cui agisce il destinatario

1.4.3. nuova via alternativa per la costruzione di verifiche

1.4.3.1. far svolgere ai destinatari dei compiti che richiedono l'impiego delle competenze, da verificare in una situazione il più possibile verosimile ad una reale (es. verificare le competenze inerenti la progettazione di edifici, realizzare una verifica che richieda il progetto di una scuola con caratteristiche e problematiche verosimili)

1.4.3.1.1. a quale modello riferirsi?