Create your own awesome maps

Even on the go

with our free apps for iPhone, iPad and Android

Get Started

Already have an account?
Log In

Incontro 18 gennaio SOFT by Mind Map: Incontro 18 gennaio
SOFT
0.0 stars - reviews range from 0 to 5

Incontro 18 gennaio SOFT

Criticità/potenzialità (individuate da Giancarlo Cerini)

Tanti soggetti che insistono sulla stessa scuola altoatesina con offerte e input

Triplice autonomia (di scuola, di provincia, nel framework italiano)

E' stata fraintesa l'idea di autonomia? Sta diventando autarchia?

Rileggere l'autonomia: cosa significa costruire un curricolo nella scuola dell'autonomia?

Indicazioni vs programmi: crea disorientamento?

Le indicazioni sono un punto di riferimento autorevole?

Quale è il rapporto tra le indicazioni provinciali e quelle nazionali?

Sono state elaborate a partire da esperienze di prassi professionali o con riferimenti scientifici autorevoli?

Cosa c'e' di nuovo nelle indicazioni provinciali rispetto al valore formativo delle discipline?, Ci aiuta questa nuova visione delle discipline a rivedere didattica, valutazione, curricolo?, Possibilità di utilizzare le discipline come strumento di promozione dell'apprendimento in un contesto con chiavi di lettura comuni.

Troppo corpose, Obiettivo: versione bonsai delle indicazioni?, Elaborata con il contributo delle scuole?

Possibili sviluppi

Imbrigliare il dibattito per tematiche?

Valore delle discipline forti?

Curricolo essenziale e apprendimenti strategici?

Chi ha diritto, oltre che gli insegnanti, a dare riferimenti e criteri di valutazione?

Come nasce la decisione di cambiare “il modo di fare scuola”?

Ogni insegnante dovrebbe interrogarsi sul senso che ha la disciplina che insegna e lui stesso all'interno del sistema scuola

Presenti

Giancarlo Cerini

Amico critico

Laura Portesi

Direttrice

Ricercatori

Alessandro Garavelli, Responsabile progetto

Luisanna Fiorini, Nuove tecnologie

Silvia Ghittoni, Matematica/Scienze

Elena Farruggia, Area Umanistica/Storia

Walter Carbone, Scienze/Educazione ambientale

Claudia Provenzano, Area Linguistica

Maria Silvia Tasselli, Educazione Musicale

Verena Debiasi, Lingua2-Tedesco

Floriana Bertoldo, Integrazione del sistema scolastico e formativo

Maurizio Ganz, Lingua 2-Tedesco

Tutores esterni

Tiziana Negri, Educazione Motoria

Vincenzo Pace, Linguaggi artistico-espressivi

Diego Azzolini, Educazione motoria

Finalità dell'incontro

Riflettere sul progetto SOFT

Organizzare la proposta dei menù disciplinari

Definire il seminario del 6 marzo sulla valutazione

Il punto sul progetto SOFT

Il progetto è basato sulla consulenza alle singole scuole nel rispetto della visione della scuola stessa, e al contempo avere un framework istituzionale che fa crescere insieme le condivisioni comuni.

Passi fatti

Presentazione delle linee guida

Creazione staff dei referenti all'interno delle scuole

Individuazione delle tematiche da implementare

Creazione dell'area di lavoro

Definizione puntuale dello staff dell'IP

Definizione dei menu' pedagogico-disciplinari

Seminario 6 marzo sulla Valutazione

La valutazione è un crocevia interpretativo della scuola

Conciliare la centralità del soggetto con standard di riferimento: è possibile?, Come conciliare standard e personalizzazione?, Recupero di standard ma anche della dimensione di esplorazione, valutazione autentica, osservazione dei processi (rubriche...)

Preoccupazioni degli insegnanti da imbrigliare in una riflessione (vedi scheda di certificazione delle competenze)

Valutazione e strumenti come enzima di riflessione, cambiamento.

I risultati delle prove INVALSI ci fanno anche riflettere per cercare una strategia per affrontare le emergenze emerse?

L'istanza su italiano e matematica richiama ad una competenza trasversale sulla comprensione del testo?

Vedere competenze innervate nei saperi disciplinari

Coniugare competenze e discipline

Indicazioni provinciali e curricoli, Metariflessione sulla valutazione per competenze