Il ruolo dell'educatore

Get Started. It's Free
or sign up with your email address
Rocket clouds
Il ruolo dell'educatore by Mind Map: Il  ruolo dell'educatore

1. L'educatore sociale e culturale non è:

1.1. un insegnante di scuola materna, elementare o media

1.2. un insegnante di sostegno

1.3. un assistente sociale

1.4. uno psicologo

1.5. un operatore sociale volontario

2. L'educatore sociale e culturale è:

2.1. L’Educatore Sociale è un operatore educativo che ha conoscenze e competenze specifiche nel campo dell’educazione e della formazione, con particolare riferimento alle situazioni problematiche ( handicap, devianza, marginalità … ).

2.1.1. si occupa dell’intervento psicopedagogico a favore dei soggetti a rischio, che realizza attraverso progetti educativi effettuabili nelle più diverse sedi.

2.1.2. la sua professionalità può essere investita in progetti educativi e formativi volti alla prima infanzia, all’adolescenza, all’età adulta…

2.2. L’Educatore Sociale ha il compito di accompagnare nel processo di crescita gli utenti dei progetti che a lui vengono affidati, con le conoscenze e competenze che caratterizzano la sua professionalità. Gli obiettivi del suo lavoro non possono essere trattati genericamente, perché variano secondo il settore considerato, nonché in situazione

2.2.1. strutture educative pre-scolastiche ( asili-nido )

2.2.1.1. l’Educatore si occupa dei bambini molto piccoli ( di età compresa fra 0 e 3 anni ). Effettuata una ricognizione della situazione di partenza, stila un progetto educativo che definisce nei metodi e negli obiettivi. Gli obiettivi di un progetto educativo diretto a bambini così piccoli, in linea generale, riguardano lo sviluppo psico-motorio, linguistico, socio-relazionale ( o affettivo ), e naturalmente cognitivo. In relazione ad essi, l’Educatore si attiva predisponendo metodi e strumenti adeguati alla concreta realtà educativa;

2.2.2. nelle strutture educative scolastiche ( scuole materne ed elementari )

2.2.2.1. l’Educatore non è un insegnante curriculare, ma realizza progetti specifici, come possono essere, ad esempio, i laboratori teatrali;

2.2.3. nelle strutture educative extra-scolastiche

2.2.3.1. realizza progetti specifici, che rispondono ad esigenze sociali e territoriali: ad esempio, laboratori artigianali per sottrarre alla strada i minori a rischio;

2.2.4. nelle case-famiglia per minori

2.2.4.1. l’Educatore accompagna nel processo di crescita i minori abbandonati o temporaneamente allontanati dalla famiglia, che necessitano di interventi educativi individualizzati: per esempio, stila e realizza un progetto psicopedagogico specifico rivolto ad un minore abusato.