LA DISABILITÀ

Iniziamo. È gratuito!
o registrati con il tuo indirizzo email
Rocket clouds
LA DISABILITÀ da Mind Map: LA DISABILITÀ

1. PDF Profilo Dinamico Funzionale

1.1. ATTO SUCCESSIVO ALLA DIAGNOSI FUNZIONALE

1.1.1. Mette in relazione gli operatori sociosanitari con i genitori e la scuola

1.1.2. Indica il prevedibile sviluppo a breve, medio e lungo termine

1.1.3. Focalizza l'attenzione dalla carenze alle competenze del soggetto

1.1.4. Utile alla formulazione del PEI (Piano Educativo Individualizzato)

1.1.4.1. Documento che contiene gli interventi effettuati

2. EVOLUZIONE DEFINIZIONI

2.1. PERCHÈ?

2.1.1. Sostituire i termini negativi

2.1.2. Non identificare la persona con la disabilità

2.1.3. Valorizzare il rapporto individuo-ambiente

2.2. COME?

2.2.1. Handicappato

2.2.2. Disabile

2.2.3. Allievo in situazioni di handicap

2.2.4. Allievo con disabilità

3. ASPETTO NORMATIVO E CULTURALE

3.1. Dal 1970 al 1980

3.1.1. Ambito INTERNAZIONALE

3.1.1.1. 1971 (ONU) Dichiarazione dei Diritti delle persone con ritardo mentale

3.1.1.2. 1975 (ONU) Dichiarazione dei diritti delle persone disabili

3.1.1.3. 1980 - ICIDH (OMS) Classificazione Internazionale

3.1.1.3.1. Menomazione

3.1.1.3.2. Disabilità

3.1.1.3.3. Handicap

3.1.2. Panorama ITALIANO

3.1.2.1. 1971 - Legge 18 Superamento Scuole Speciali

3.1.2.1.1. NO Abolizione

3.1.2.2. 1976 Inserimento degli alunni disabili nelle classi dell'infanzia

3.1.2.2.1. 2 Alunni con Handicap su una classe di max 20 componenti

3.1.2.3. 1977 - Legge 517 Inserimento di tutti gli allievi con disabilità nelle classi comuni

3.1.2.3.1. SI Abolizione Scuole Speciali

3.2. "La Classe degli Asini"

3.3. Dal 1980 in Poi

3.3.1. Ambito INTERNAZIONALE

3.3.1.1. 1993 ICD -10 (ONU) Documento regole standard per le pari opportunità

3.3.1.2. 2001 - ICF (OMS) Applicazione Universale in cui si considerano più dimensioni.

3.3.2. Panorama ITALIANO

3.3.2.1. 1992 - Legge 104 Legge quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate

3.3.2.1.1. SI Insegnante di sostegno

3.3.2.2. 2010 - Legge 170 Norme per disturbi specifici dell'apprendimento (DSA)

3.3.2.2.1. Strumenti compensativi e dispensativi per tutti i cicli d'istruzione

3.3.2.3. 2012 - DM 27/12 Strumenti d'intervento per alunni con bisogni educativi speciali e organizzazione territoriale per l'inclusione scolastica

3.3.2.3.1. NO Insegnante di sostegno

3.3.2.3.2. Macro Categoria scolastica - BES

4. DIAGNOSI

4.1. DI SVILUPPO

4.1.1. Descrive la situazione attuale e valuta il potenziale evolutivo

4.2. FUNZIONALE

4.2.1. Cos'è?

4.2.1.1. Atto sanitario medico legale che descrive la compromissione dello stato psico-fisico dell'alunno in situazioni di Handicap

4.2.2. Obiettivi

4.2.2.1. Quadro generale delle capacità

4.2.2.2. Insieme delle disabilità e delle difficoltà

4.2.2.3. Le possibili potenzialità di sviluppo

4.2.3. Aree coinvolte

4.2.3.1. Cognitiva

4.2.3.2. Affettiva - Relazionale

4.2.3.3. Linguistica

4.2.3.4. Sensoriale

4.2.3.5. Motoria - Prassica

4.2.3.6. Neuro - Psicologica

4.2.4. Elaborata da

4.2.4.1. Medico specialista

4.2.4.2. Specialista in neuropsichiatria infantile

4.2.4.3. Terapista della riabilitazione

4.2.4.4. Operatori sociali

5. INTERVENTO

5.1. AMBITI

5.1.1. Medico

5.1.2. Psicologico

5.1.3. Educativo

5.1.4. Sociale

5.1.5. Riabilitativo

5.2. FATTORI INDISPENSABILI

5.2.1. Storicità

5.2.2. Globalità

5.2.3. Partecipazione Attiva

5.2.4. Qualità della Vita

5.2.5. Programmazione Puntuale

6. Realizzato da: Lorella Restivo, Cristina Sabella, Maddalena Troia, Martina Viglianti