Iniziamo. È gratuito!
o registrati con il tuo indirizzo email
Rocket clouds
BETA 80 da Mind Map: BETA 80

1. CHI SONO

2. MISSION E VALORI

2.1. PUNTI DI FORZA

2.1.1. Tra i primi in Europa a sviluppare servizi basati su tecnologia AML ed eCall

2.2. Investire nelle persone e nei giovani

2.3. Cultura positiva ed etica del lavoro

2.4. Superare le aspettative (exceed it)

2.5. 33 anni di esperienza

3. CLIENTI

4. COSA FANNO

4.1. SUPPLY CHAIN

4.1.1. Stockager (es. E-Commerce)

4.1.1.1. Organizzazione logistica e tracciabilità delle operazioni di magazzino.

4.1.1.1.1. Stockager (Guidare con un sistema con radiofrequenza; Rfid, voice, Pick To Light, pick&pack. Pianificazione e KPI)

4.1.2. Runner (Logistic Automation)

4.1.2.1. Viene impiegato in fase di rinnovo logico degli impianti esistenti (trasloelevatori, miniload, shuttle, sorter, magazzini verticali, AGV, sistemi di controllo carrelli con localizzazione, trasporti interni con rulli-catene, pallettizzazione)

4.1.2.1.1. Runner (Warehouse Management System (WMS);Material Flow Controller (MFC): Trasferisce i comandi logici del WMS ai sistemi di movimentazione. Logistic Automation).

4.1.3. SAP (Integration)

4.1.3.1. Metodologia che anticipa il lavoro a sistema e attraverso gruppi misti cliente-fornitore. Diverse fasi: Preparazione, Formazione, Realizzazione, Consolidamento, Collaudo, Avviamento.

4.1.3.1.1. SAP

4.1.4. PTL

4.1.4.1. Ottimizzazione e produttività attraverso i dispositivi luminosi per le attività di magazzino.

4.1.4.1.1. PTL (Stockager e Runner)

4.2. ICT SOLUTIONS

4.2.1. IT Governance

4.2.1.1. Attivare modelli organizzativi, processi e tecnologie per assicurare una guida consapevole dell’IT

4.2.1.2. Beta 80 Group è Bronze Partner di Service Now

4.2.1.2.1. Aris Business Architect di Software AG

4.2.1.2.2. MEGA Hopex Enterprise Architecture

4.2.2. Enterprise Platform

4.2.2.1. Dirigere l’architettura di business verso modelli innovativi, resi possibili dai nuovi canali digitali

4.2.3. OSS & Operation Automation

4.2.3.1. Semplificare le operations di controllo, prevenzione, misura, rispetto dei livelli di servizio, performance

4.2.3.2. IT Automation

4.2.3.2.1. Automatizzare qualsiasi esecuzione effettuata manualmente nell’IT dell’azienda

4.2.3.2.2. Migliorare tempi e qualità delle esecuzioni

4.2.3.2.3. Mantenere traccia di tutte le attività eseguite

4.2.3.3. Operation Monitoring Performance

4.2.3.3.1. Migliorare le performance e la “user experience”

4.2.4. Devops

4.2.4.1. Adozione di modelli operativi, di controllo sostenibili dall’organizzazione IT. Riduzione tempi di attraversamento delle change applicative. Minimizzare i rischi di instabilità della produzione e i conflitti tra i diversi reparti IT.

4.2.4.1.1. Application management

4.2.5. Machine Learning

4.2.5.1. Automazione del supporto agli utenti, chatbot, previsioni di vendita, manutenzione predittiva, qualità della produzione, servizi cognitivi sul cloud

4.2.6. IOT

4.2.6.1. Domotica

4.2.6.2. Smart Objects

4.2.7. GDPR

4.2.7.1. Rilevare e valutare concretamente il livello di efficacia ed efficienza delle misure di sicurezza informatica adottate nell’ambito del sistema ICT utilizzato dal cliente

4.2.7.1.1. Vulnerability Assessment e Penetration Test

4.2.7.2. Rilevare le eventuali vulnerabilità a livello system/network

4.2.7.2.1. VA Infrastrutturale

4.2.7.3. Rilevare le eventuali vulnerabilità a livello applicativo

4.2.7.3.1. VA applicativo

4.2.7.4. Assicurare il funzionamento del centro elaborazione dati e delle procedure e applicazioni informatiche dell’organizzazione stessa, a fronte di eventi che possano provocare indisponibilità prolungate

4.2.7.4.1. Disaster Recovery Plan

4.2.7.5. Individuare tutto quanto possa assicurare la continuità di una linea di business e per identificare eventuali minacce

4.2.7.5.1. Business Continuity

4.2.8. Fintech

4.2.8.1. Progetti di sviluppo di Applicazioni Cloud-Based, Application Management di servizi Web-API per le Fintech e realizzazione di App mobile

4.2.9. Cloud Integrations & Data Management

4.2.9.1. Migliorare la gestione del dato come asset aziendale, consentendo ai clienti di disegnare soluzioni di Cloud Integration & Data Management che permettono una gestione della qualità dei dati e di far emergere nuove opportunità

4.2.10. Selective Outsourcing

4.2.10.1. Supportare i clienti nell’esercizio di elementi infrastrutturali, soluzioni applicative, processi interni.

4.2.10.1.1. Application Management

4.2.10.1.2. Service Management

4.3. EMERGENCY

4.3.1. PUBLIC SAFETY

4.3.1.1. Mobile

4.3.1.1.1. Gestire le operazioni di emergenza via app

4.3.1.1.2. Inviare report informativi ai mezzi impegnati di soccorso dallo smartphone

4.3.1.1.3. Contattare il 112 via app inviando in automatico dati e posizione precisa rilevata tramite GPS

4.3.1.1.4. Integrare i dispositivi medici per raccogliere, condividere e consultare i dati clinici del paziente in modo da facilitare il primo soccorso

4.3.1.2. Crisis Management

4.3.1.2.1. Prendere le decisioni corrette nelle situazioni di emergenza

4.3.1.3. GIS

4.3.1.3.1. Avere una cartografia immersiva, completa di localizzazione del chiamante, unità di soccorso e punti d’interesse per pianificare i percorsi e ridurre i tempi di intervento

4.3.1.4. Priority Dispatch

4.3.1.4.1. Facilitare la prima diagnosi del paziente, scegliendo il codice di gravità più appropriato e fornendo protocolli medici approvati per assistere il paziente fino all’arrivo del mezzo di soccorso

4.3.1.5. Fault Tolerance

4.3.1.5.1. Assicurare la funzionalità continua delle macchine e delle infrastrutture anche in situazioni di estrema sollecitazione

4.3.1.6. Unified Communication

4.3.1.6.1. Ottimizzare la sinergia fra Centrale Operativa e risorse sul campo

4.3.1.6.2. Integrarsi con le reti radio di tipo analogico, digitale ed in tecnologia Tetra, consentendo lo scambio di informazioni e direttive fra la Centrale Operativa e le risorse sul campo

4.3.1.7. Protocolli Next Generation

4.3.1.7.1. Permettere a diversi tipi di file o informazioni (voce, foto, video, sms) di confluire organicamente nei network ed essere inoltrate alle unità in campo

4.3.1.8. App

4.3.1.8.1. L’app 112 Where Are U permette all’utente di chiamare il numero di emergenza 112 e inviare in automatico la propria posizione. Grazie ad apposite icone consente inoltre di richiedere aiuto in modalità silenziosa o via messaggio. È fruibile da utenti disabili e, grazie alla pagina di profilo, consente di inserire i dati personali che possono essere inviati durante la chiamata

4.3.1.9. eCall

4.3.1.9.1. Offrire soccorso tempestivo alle vittime di incidenti stradali, rilevando in automatico l’impatto e la posizione del mezzo e avvertendo i servizi d’emergenza, anche se le persone coinvolte sono in stato di incoscienza

4.3.2. EMERGENCY & CRISIS

4.3.2.1. Early Warning

4.3.2.1.1. Avvisare con il maggiore anticipo possibile le autorità e la popolazione (iOT + social)