LA POLITICA DELL'EQUILIBRIO.

Iniziamo. È gratuito!
o registrati con il tuo indirizzo email
Rocket clouds
LA POLITICA DELL'EQUILIBRIO. da Mind Map: LA POLITICA DELL'EQUILIBRIO.

1. L'italia è divisa in tanti Stati lotta tra loro.

1.1. Il ducato di Savoia

1.2. Il ducato di Milano

1.3. La repubblica di Venezia

1.4. La repubblica di Firenze

1.5. Lo stato della Chiesa

1.6. Il regno di Napoli

1.7. Milano, Venezia e Firenze furono continuamente in lotta tra di loro ma nessuno ebbe sufficiente forza per imporsi su tutti gli altri.

2. Ducato di Milano

2.1. Fu ina delle più potenti Signorie.I Visconti divennero signori di Milano. Nel 1395 Gian Galeazzo ottenne il titolo di duca. Con i suoi successori i domini ridimensionarono. Nel 1447 fu chiamato Francesco Sforza in aiuto per difendere il Ducato da Venezia.La lora dinastia durò fino 1535.

3. Ducato di Savoia

3.1. I domini Savoia si estesero dalle Alpi piemontese ad ottenere uno sbocco sul mare. Nel 1416 Amedeo VIII ottenne il titolo di Duca. Il dominio di Savoia si consolidò in uno Stato potente esteso e ben organizzato

4. Repubblica di Venezia

4.1. Nel 1297 era governata dal Maggior Consiglio, aperto solo alle famiglie cittadine più potente. Venezia era una potenza marinara ma a partire dal 1300 cominciò ad espandersi anche nell'interno. L'espansione sulla terraferma le mise presto in urto con i Visconti ma riuscì a conquistare Veneto e Friuli

5. Stato della Chiesa

5.1. Alla fine dello scisma nel 1417 Papa Martino V iniziò a riunificare lo Stato

6. Repubblica di Firenze

6.1. La ricca borghesia e la nobiltà Fiorentina si allearono e formarono il governo oligarchico.Nel 1434 Cosimo de' medici si impossessò del potere era il signore unico di Firenze pur avendo conservato gli ordinamenti comunali. Perciò si parla di Repubblica.

7. Italia meridionale

7.1. C'erano due regni: il Regno di Napoli guidata degli Angioini e Sicilia e Sardegna che appartenevano agli Aragonesi. Nel 1442 il re Alfonso V di Aragona riesce a impossessarsi del Regno di Napoli.Il regno di Alfonso V rimase arretrato rispetto agli altri stati con una economia agricola interamente basata sul latifondo

8. Nel 1454 fu firmata la pace di Lodi che mise fine ai contrasti tra gli stati regionali perché era meglio rimanere uniti. I diversi stati si impegnavano a riconoscere i possedimenti conquistati da ciascuno e a sospendere le guerre di espansione. La pace fu il 1° passo di una politica dell'equilibrio. Ogni conflitto risolveva con la diplomazia

9. La stabilità politica favorisce lo sviluppo economico e culturale.La Corte del Signore diventa non solo un centro politico ma anche un centro culturale

10. La politica dell'equilibrio si spezza nel 1492. L'italia si indebolì politicamente e militarmente poteva essere invasa e conquistata da Francia e Spagna