Iniziamo. È gratuito!
o registrati con il tuo indirizzo email
Atene da Mind Map: Atene

1. Origini territoriali

1.1. Fondata dagli achei e successivamente Dominata dagli ioni

1.2. Pianure adatte alla coltivazione dei cereali,mentre sulle pendici dei monti si coltivavano la vite,l'ulivo e il fico

1.3. La regione in cui si trovava l'attica, aveva un' estensione di 2500 km quadrati, era anche molto ricca di risorse minerarie

2. Lo sviluppo economico

2.1. Favori la vicinanza al mare

2.2. Favori l'apertura culturale, l'interesse per la vita e i costumi degli altri popoli, infatti vi erano molti stranieri chiamati meteci

2.3. I metecei non avevano gli stessi diritti dei cittadini, ma erano rispettati e difesi dalla legge

3. La struttura dell'esercito

3.1. I pentacosiomedimni finanziavano la marina militare, erano utili ai cavalieri

3.2. Gli zeugiti costruivano, all'interno dell'esercito , la massa degli opliti

3.3. I teti coloro che non erano in grado di provvedere al mantenimento del cavallo, venivano utilizzati nelle truppe leggere

4. Essere donna ad Atene

4.1. Moglie :il suo compito era quello di fare figli sani e belli

4.2. Concubina :viveva in casa e aveva gli stessi diritti della moglie anche se non sposata

4.3. Compagna :una donna colta che, a pagamento accompagnava l'uomo in pubblico, per esempio ai banchetti

4.4. Prostituta:la donna di basso livello sociale che esercitava la sua professione in strada

5. La riforma costituzionale di Solone

5.1. I grandi proprietari terrieri, chiamati pentacosiomedomni, il cui reddito superava i 500 medimni di cereali o di olio

5.2. I medi proprietari terrieri, i cavalieri, il cui reddito doveva raggiungere almeno i 300 medimni

5.3. I piccoli proprietari terrieri, gli zeugiti, con entrate pari a 200 medimni

5.4. I nullatenenti, chiamati teti, che non possedevano terreni e vivevano del loro lavoro

6. La costituzione aristocratica

6.1. Nel ottavo secolo a. C. si verificò il passaggio dei poteri tra il re e gli aristocratici chiamati eupatridi

6.2. Il potere venne suddiviso fra 3 magistrati detti arconti (governatori)

6.2.1. L'arconte basilèus, l'anitco re, che conservò solo funzioni religiose

6.2.2. L'arconte polèmarco, il capo militare,colui che comandava la guerra

6.2.3. L'arconte epònimo, così chiamato perché dava nome all'anno

6.3. Gli arconti erano eletti dall'ecclesìa, ovvero l'assemblea di tutti i cittadini, dopo un anno gli arconti entravano a far parte del tribunale

7. La divisione della popolazione

7.1. La costituzione che con fatica clisteneriusí a far approvare aveva come obbiettivo l'uguaglianza politica, l'isonomía

7.2. Cilistene divise l'attica in 3 regioni : l'entroterra, la costa, le città

7.2.1. Ognuna di queste regioni vennerro a loro volta suddivise in 10 distretti

7.3. Poi divise la popolazione in 10 tribù, ciascuna delle quali era composta da cittadini appartenenti a tutti e tre i territori

8. Le leggi Draconiane

8.1. Nel 621a. C. il mitico re Dracone diede alla città le prime leggi scritte riguardanti vendette e punizioni

8.2. Dracone precisò l'entità della pena, distinguendo tra omicidio involontario, punibile con l'esilio, e quello volontario, punibile con la pena di morte

8.3. Con Dracone nacque il codice del diritto penale