MECCANISMI DI RISINTESI DELL’ATP

Iniziamo. È gratuito!
o registrati con il tuo indirizzo email
MECCANISMI DI RISINTESI DELL’ATP da Mind Map: MECCANISMI DI RISINTESI DELL’ATP

1. Meccanismo aneerobico alattacido:

1.1. È un meccanismo compiuto senza la presenza di ossigeno, e la mancata produzione di acido lattico.

1.2. ADP + PC = ATP + creatina

1.3. È il sistema energetico utilizzato nelle attività che richiedono grande velocità e grande potenza per una brevissima durata (8-10 secondi), come per esempio i lanci, i salti, gli scatti e il sollevamento dei pesi.

1.4. CAPACITÀ: molto bassa (5-10 Kcal).

1.5. POTENZA: elevata (60-100 Kcal/min).

1.6. DURATA: 8-10 secondi (massimo 15).

1.7. QUANTITÀ DI ATP: molto limitata.

2. Meccanismo anaerobico lattacido

2.1. È un meccanismo compiuto senza la presenza di ossigeno e con la produzione di acido lattico.

2.2. ADP + CHO = ATP + lattato.

2.3. È il sistema energetico utilizzato nelle attività che richiedono forza e resistenza per un tempo di circa 1 minuto.

2.4. POTENZA: intermedia (50 Kcal/min).

2.5. CAPACITÀ: intermedia (fino a 40 kcal).

2.6. DURATA: da 10/15 secondi fino a 90/120 secondi.

2.7. QUANTITÀ DI ATP: limitata.

3. Meccanismo aerobico

3.1. Il suo nome è dovuto alla richiesta di ossigeno per ossidare i substrati energetici.

3.2. ADP + (CHO - FFA) + O2 = ATP+CO2

3.3. È il sistema energetico della aggiornerò resa, utilizzato nelle attività di durata che superano i 2 o 3 minuti. Sono sport che utilizzano questo meccanismo il ciclismo, il nuoto, lo sci di fondo; in generale tutti gli sport che sono estensivi, ovvero di lunga durata.

3.4. POTENZA: più bassa (20 Kcal/min).

3.5. CAPACITÀ: alta (fino a 2000 Kcal).

3.6. QUANTITÀ DI ATP: elevata

3.7. DURATA: 2/3 minuti in poi.

4. Considerazioni generali

4.1. Negli sport di squadra o di combattimento, vengono utilizzati tutti e tre i meccanismi di risintesi e non vi è un meccanismo che predomina sull’altro.

4.2. Nella maggior parte degli sport i meccanismi lavorano insieme, per produrre il determinato tipo di energia di cui l’atleta ha bisogno.

4.2.1. Non sono dei meccanismi comunicanti fra di loro, sono dei meccanismi che l’organismo attiva a seconda della necessità e dell’andamento dell’atleta.

5. Cos’è l’atp?

5.1. L’ATP è costituita da una molecola di adenina e una di ribosio, a cui sono legati tre gruppi fosforici.

5.1.1. Attraverso la perdita di un gruppo fosforico, l’ATP si trasforma in ADP (adenosina difosfato), liberando una grande quantità di energia.