poteri universali e monarchie feudali

Iniziamo. È gratuito!
o registrati con il tuo indirizzo email
poteri universali e monarchie feudali da Mind Map: poteri universali e monarchie feudali

1. 2.1 papato e impero dal IX al XII secolo

2. La christianitas occidentale: un’identità religiosa e politica

2.1. Intorno al 1000

2.1.1. Frammentazione territoriale e politica

2.1.1.1. Papa = massima autorità terrena + unico a poter sancire la legittimità dei sovrani

3. La vocazione universalitstica della chiesa

3.1. Papato si proponeva come unica istituzione univerdalistics

3.1.1. Questa concezione del potere —> crea rivalità

3.1.1.1. Papato e altre istituzioni non intendevano essere collocato e considerate su un piano di inferiorità

4. Un impero sacro e romano

4.1. Imperatore rinato in occidente con Carlo Magno

4.1.1. Tutti i successori di Carlo assunsero con maggiore o minore efficacia

4.1.1.1. Il ruolo di difensori della cristianità

4.1.1.1.1. Sia contro i cosiddetti infedeli

5. Il coinvolgimento dei vescovi nell’amministrazione dell’impero

5.1. Gli imperatori sassoni

5.1.1. Entrarono in aperto conflitto con la chiesa

5.1.1.1. Che dall’XI secolo cominciò a ribadire con leggi e documenti ufficiali il primato del pontefice

5.1.1.1.1. Nomine ecclesiastiche

6. Dallo scontro fra Gregorio VII ed Enrico IV al concordato di Worms

6.1. Episodio di maggiore tensione

6.1.1. Tra Enrico IV e Gregorio VII

6.1.1.1. Gregorio con —> dictatus papae

6.1.1.1.1. Proclama supremazia del pontefice

7. Una lunga disputa

7.1. Lotta per il primato per il dominium mundi

7.1.1. Riprese con ancor maggiore violenza dopo l’ascesa al seggio imperiale

7.1.1.1. Il conflitto anzi si radicalizzò a tal punto da creare due schieramenti

7.1.1.1.1. Guelfi

7.1.1.1.2. Ghibellini

8. 2.2 La riforma della chiesa: nuovi ordini religiosi e movimenti ereticali

9. Le riforme dell’XI secolo

9.1. Vescovi e abati adottarono comportamenti sempre più mondani

9.1.1. Fenomeni di corruzzione dilagano

9.1.1.1. Movimento riformatore si pone come obbiettivo di moralizzare la vita del clero

9.1.1.1.1. Nascono nuove comunità monastiche

10. I papi riformatori

10.1. Opera di riforma della chiesa furono attivi i papi della metà del XI secolo t

10.1.1. Tipo papa Nicolò II

10.1.1.1. Emana nel 1059 un decreto che stabiliva che l’elezione del papa fosse riservata ai soli cardinali

10.1.1.1.1. Escludendo dunque i laici

11. La rottura con la chiesa d’Oriente

11.1. Affermazione primato chiesa d’oriente

11.1.1. Compromise equilibrio

11.1.1.1. Provocando scisma del 1054

11.1.1.1.1. Rottura tra chiesa romana-cattolica e quella di Bisanzio

12. I movimenti pauperistici

12.1. Esigenza di tornare alla normalità

12.1.1. Nascono movimenti che scelgono di vivere secondo i canoni di povertà

12.1.1.1. Essi si definirono pauperisti

13. I valdesi e gli umiliati

13.1. Chiesa incoraggiò

13.1.1. Predicazione del mercante Pietro Valdo

13.1.1.1. Attorno al quale si raccolse un folto stuolo di seguaci

13.1.1.1.1. Chiamati valdesis

14. L’eresia catara e la crociata contro gli albigesi

14.1. Eresia dei catari

14.1.1. Movimento che si era propagato nella francia meridionale

14.1.1.1. I catari proclamavano la completa negatività della materia. Conducevano perciò una vita ascetica

14.1.1.1.1. Per combattere ogni forma di eresia nel 1321 fu creato il tribunale dell’inquisizionei

15. Gli ordini mendicanti

15.1. Esigenze di moralizzazione

15.1.1. Vennero recepite dagli ordini mendicanti

15.1.1.1. Che tra il XII e il XIII secolo fondarono le loro comunità all’interno della città

15.1.1.1.1. Questi religiosi spasono la causa degli umili e degli emarginati