La mia nuova mappa mentale

Iniziamo. È gratuito!
o registrati con il tuo indirizzo email
Rocket clouds
La mia nuova mappa mentale da Mind Map: La mia nuova mappa mentale

1. 100 a.C. Il 12 o 13 luglio Gaio Giulio Cesare nasce a Roma

1.1. 60 Cesare, Pompeo e Crasso stipulano il Primo Triumvirato.

1.2. 59 Cesare è eletto console

1.2.1. 58 - Cesare inizia le campagne in Gallia, ottenendo importanti

1.2.1.1. 54 - Seconda vittoriosa spedizione in Britannia da parte di Cesare.

2. 49 - La notte del 12 gennaio, Cesare passa il Rubicone, linea del confine settentrionale del territorio propriamente romano, raduna le sue truppe a Rimini e di lì si avvia a Roma, abbandonata nel frattempo da Pompeo e dai senatori suoi sostenitori, diretti a Oriente. Nel corso dell'anno Cesare guida personalmente le operazioni contro la ribelle Marsiglia e la Spagna. A Roma Cesare ottiene la dittatura per undici giorni. 48 - Cesare è console con Publio Servilio Vatia e conduce la campagna contro Pompeo in Epiro e Tessaglia. A Farsalo Pompeo viene sconfitto e fugge in Egitto, dove viene ucciso ad opera di mandanti di Tolomeo XIII. Cesare, disapprovando il gesto, si allea contro il sovrano a favore della sorella Cleopatra. 47 - A Roma Cesare è nominato dittatore. Egli è dapprima in Egitto, dove insedia definitivamente sul trono Cleopatra. Attraversa poi il Medio Oriente, riaffermando il potere di Roma; a Zela sbaraglia Farnace II, re del Ponto. 46 - Cesare è console, per la terza volta, assieme a Marco Emilio Lepido. A Tapso, in Africa, Cesare ottiene una vittoria decisiva. I suoi avversari riparano in Africa e ad Utica, posta sotto assedio, si toglie la vita Marco Porcio Catone, detto l'Uticense. 45 - Cesare è console per la quarta volta, stavolta senza collega, ed è poi eletto dittatore. Attua la riforma del calendario. A Munda, in Spagna, sconfigge definitivamente gli eserciti pompeiani guidati dai figli di Pompeo e da Tito Labieno. 44 - Cesare è console per la quinta volta, con Marco Antonio, ed assume poi la dittatura perpetua. Da qui si origina una nuova opposizione senatoriale, che sfocia in una congiura: il 15 marzo Cesare è ucciso da 23 pugnalate infertegli da un gruppetto di congiurati - tra cui Bruto, genero di Catone e figlio di Servilia, amante di Cesare -, nella curia di Pompeo. 43-31 - Durante le lotte per il potere, i successori di Cesare, l'erede Ottaviano e Marco Antonio, inseguono i cospiratori: a partire da Gaio Trebonio nel 43 a Smirne e fino a Cassio Parmense nel 31 ad Atene, costoro saranno uccisi, nel nome della vendetta di Cesare