Get Started. It's Free
or sign up with your email address
Rocket clouds
La poesia civile by Mind Map: La poesia civile

1. Temi

1.1. Sociali

1.2. Politici

1.2.1. Esaltando i valori su cui si fonda la vita di una comunità

1.3. Etici

2. Obbiettivi

2.1. Diffondere

2.1.1. Giustizia

2.1.2. Solidarietà

2.1.3. Libertà individuale

2.1.4. Libertà politica

2.2. Operare per la collettività di cui fai parte e non per te stesso

2.3. Lottare contro oppressione

2.4. Amore verso la patria

2.5. Stimolare un’interrogazione morale e civile e quindi motivare le persone ad impegnarsi per un mondo migliore

3. Storia

3.1. Antichità classica

3.1.1. Tirteo, celebra l’ideale eroico

3.1.2. Pindaro, celebra agli dei il valore militare della popolazione e il suo spirito patriottico

3.1.3. Virgilio, esalta la vita agreste polemizzando con la corruzione della vita cittadina e la violenza delle guerre civili

3.1.4. Marco Annio Lucano, esalta i valori repubblicani

3.2. Il medioevo

3.2.1. Partecipazione attiva alla vita politica della loro città da parte dei poeti facendo riferimento nei loro versi alla lotta fra i due grandi poteri dell’epoca, Papato e Impero

3.2.1.1. Dante, Divina Commedia

3.2.1.2. Francesco Petrarca, Italia mia

3.2.1.2.1. Tenta di risvegliare l’amore del popolo per la propria patria

3.3. Rinascimento

3.3.1. Trasformazione del ruolo dell’intellettuale, ridotto al ruolo di semplice cortigiano.

3.3.2. Con la controriforma viene bandito dai testi letterari ogni riferimento a questioni politiche, etiche, religiose

3.4. Settecento

3.4.1. Cultura illuminista

3.4.1.1. Giuseppe Parini, Il Giorno, mette in luce la negatività del mondo aristocratico

3.4.1.2. Vittorio Alfieri, ideali liberali e repubblicani

3.5. Ottocento

3.5.1. Ugo Foscolo, dei sepolcri, valori della civiltà e della poesia

3.5.2. Giacomo Leopardi, all’Italia

3.5.3. Alessandro Manzoni, Marzo 1821, Il 5 maggio

3.5.4. Goffredo Mameli, inno nazionale italiano

3.6. Novecento

3.6.1. Temi più intimi ed esistenziali

3.6.1.1. Sofferenze causate dalle due guerre mondiali

3.6.1.1.1. Giuseppe Ungaretti

3.6.1.1.2. Salvatore Quasimodo

3.6.1.2. Pablo Neruda, ha denunciato i massacri compiuti da governi dittatoriali nei confronti della popolazione della sua terra

3.6.1.3. Pierpaolo Pasolini, critico nei confronti di una società borghese borghese e consumistica

3.6.1.4. Edoardo Sanguineti

3.6.1.5. Franco fortini

3.6.2. Canzone di protesta

3.6.2.1. Fabrizio de Andrè, ha espresso in maniera altamente poetica il suo amore per gli umili, la sua urgenza di giustizia, il suo disprezzo della guerra