Il regno dei franchi

Storia

Iniziamo. È gratuito!
o registrati con il tuo indirizzo email
Rocket clouds
Il regno dei franchi da Mind Map: Il regno dei franchi

1. all'inizio i franchi erano uno dei tanti popoli germanici.

1.1. con la salita al trono di Clodoveo(481) ,della dinastia dei Merivingi, che questo popolo cominciò ad allargare i propri domi nei territori deellaGallia e degli attuali Paesi Bassi.

1.1.1. nel 496 Clodoveo e i suoi si convertirono al cristianesimo si fecero battezzare nella fede cristiana.Questo avvenimento consolidi rapporti con la civiltà romana aprirà un'alleanza con il papa.

1.1.1.1. l'impero era destinato a durar poco: dopo la morte di Clodoveo (511) il regno venne diviso fra eredi e di successione in successione si frammento sempre di più.

1.2. i maggiordomi contano più dei re fannulloni

1.2.1. dopo la morte di Clodoveo, i suoi successori non furono in grado di governare i loro regni perché preferivano godersi i loro lussi e privilegi ottenuti dalla carica.Per questo vengono chiamati "re fannulloni" .Lasciarono il governo ai "maggiordomi" (o "maestri di palazzo").

1.2.1.1. uno di loro,Pipino 2 nel 687 riunificò sotto il suo controllo i regni più vasti, mentre il suo successore Carlo nel 732 a Poitiers l'avanzata degli arabi e per questa suoi impresa venne soprannominato Martello.

2. una nuova dinastia sul trono dei franchi

2.1. il figlio di Carlo Martello,Pipino 3 nel 751. Ma sottrarre il trono a un re legittimo non si poteva e quindi aveva bisogno di un sostegno importante che trovò nel papa Stefano 2.Era in difficoltà perché i longobardi stavano cercando di conquistare i possedimenti della chiesa.Allora si rifugio nel regno dei franchi e nel 754 consacro Pipino come re attraverso la cerimonia dell'unzione.Ebbe inizio una nuova dina stia: la dinastia dei Carolingi.

2.1.1. in cambio Pipino attraversò le Alpi con un potente esercito, sconfisse i longobardi e riportò la pace in Italia. Restituì alla chiesa le terre conquistate dai longobardi; così il patrimonio di San Pietro diventò un vero e proprio atto della chiesa , sotto la nuova protezione dei re franchi.

3. LE LINGUE IN EUROPA

3.1. Le lingue non indoeuropee

3.1.1. Le lingue neo latine sono il risultato dell'evoluzione della lingua latina: l'italiano lo spagnolo, il portoghese, il francese e il rumeno.Le lingue germaniche hanno avuto origine dai popoli germanici: il polacco, il bielorusso, il russo, il ceco, lo slovacco l'ucraino, lo sloveno, il serbo, il croato, il bulgaro, il macedone.Altre lingue indoeuropee sono il greco, l'albanese l'estone, l'ungherese.

3.2. Le lingue indoeuropee