ROMANTICISMO (1800-1850)

Iniziamo. È gratuito!
o registrati con il tuo indirizzo email
Rocket clouds
ROMANTICISMO (1800-1850) da Mind Map: ROMANTICISMO (1800-1850)

1. GERMANIA

1.1. L’arte consente di entrare in contatto con la natura, dove abita il pensiero di Dio, attraverso il sentimento del sublime

1.1.1. I freddi paesaggi nordici non sono altro che una proiezione dell’infinito che è nell’interiorità dell’uomo

1.2. Caspar David Friedrich

1.2.1. Rovine Eldena

1.2.1.1. Rovina che diventa un pezzo della natura e che riporta alla memoria romantica della storia

2. EUROPA

2.1. CONGRESSO DI VIENNA (1814-1815)

2.1.1. Solo la Germania e l'Italia giunsero all’unificazione nella seconda metà dell’Ottocento

2.1.2. Ripristino in Europa degli equilibri precedenti alle campagne napoleoniche, riducendo i domini della Francia

3. NUOVA COSCIENZA STORICA E RIVENDICAZIONI NAZIONALI

3.1. RECUPERO DELL'ETA' MEDIEVALE

3.1.1. Fase di gestazione dell'identità nazionale

3.1.2. Stile gotico

3.1.2.1. Cattedrali che mettevano l'uomo in relazione con Dio grazie alla presenza di luce mista

3.1.3. Tema della natura in rapporto con Dio

4. NUOVA PERCEZIONE DEL REALE

4.1. Inquietudine e sensibilità

4.2. Il vero protagonista diventa il mondo interiore dell’artista

5. INGHILTERRA

5.1. La concezione romantica è luce, natura e colore

5.2. Nella pittura di paesaggio confluiscono sia l’estetica del sublime sia quella del pittoresco

5.3. John Constable

5.3.1. The Opening of Waterloo Bridge

5.3.1.1. Paesaggio con soldati, così piccoli da sembrare insignificanti ma che in realtà sono uomini che si battono per il proprio ideale, appena sbarcati dalle navi

6. FRANCIA

6.1. Il romanticismo francese assume una connotazione storica

6.1.1. Le nuove fonti di ispirazione vengono cercate soprattutto nei soggetti letterari di storia antica e nella cronaca contemporanea sociale e politica

6.1.2. Il culto per l’energia e il dinamismo, che si esplica in una pittura passionale tutta colore, ritmo e intensità dell’azione, si accompagna alla presa di coscienza di una tragica condizione esistenziale, in cui fanno il loro ingresso il brutto e la verità crudele

6.1.3. Théodore Géricault

6.1.3.1. The Severed Heads

6.1.3.1.1. Due teste di uomini decollati che erano oppositori della rivoluzione

7. Lo stile Biedermeier (1815-1848)

7.1. Affermazione di più quieti e misurati valori borghesi, animati dalla stabilità e dall’armonia

7.1.1. Negli arredi domestici si abbandonano lo sfarzo lussuoso e l’eleganza sofisticata dell’età imperiale, si predilige uno stile più confortevole, che fece della sobrietà delle linee e della praticità funzionale i caratteri dominanti degli interni.

8. Il neomedievalismo

8.1. Sin dalla metà del Settecento nei giardini inglesi, accanto ai tempietti greci, sorgono pagode cinesi, edicole roccocò travestite da gotico e finti ruderi in un’eterogeneità di stili puramente decorativa.

8.1.1. La rovina diventerà ben presto un’evocativa testimonianza del passato e sul bello neoclassico prevarrà il senso del pittoresco, capace di suscitare emozioni e sentimenti per la sua forza suggestiva.