Leggere il giornale e il telegiornale in contesti scolastici

Create a Competitive Analysis / SWOT to position your company in the market

Iniziamo. È gratuito!
o registrati con il tuo indirizzo email
Rocket clouds
Leggere il giornale e il telegiornale in contesti scolastici da Mind Map: Leggere il giornale e il telegiornale in contesti scolastici

1. ANALISI ASISTEMATICA

1.1. argomenti usati come occasioni di dibattito e approfondimento su temi di attualità

2. ANALISI SISTEMATICA

2.1. interpretazione semantica e critica del testo informativo ai fini di cogliere i meccanismi di funzionamento dell'informazione

2.1.1. Analisi sitematica di contenuto

2.1.1.1. scomporre il testo in unità di analisi e investigarne le caratteristiche

2.1.2. Analisi pragmatica

2.1.2.1. relazione tra testo e lettore

2.1.2.1.1. punti di vista del discorso

2.1.2.1.2. rappresentazioni culturali nei testi

2.1.2.1.3. percorsi di significazione

3. Analisi pragmatica TELEGIORNALE

3.1. Relazione testo-spettatore

3.1.1. comprensibilità

3.1.2. interesse del pubblico

3.1.3. chiarezza comunicazione

3.2. Area contenuti e valori

3.2.1. capacità delle notizie di restituire la realtà

3.2.2. rilevanza della notizia per il contesto

3.2.3. impostazione generalizzante dei problemi

3.2.4. funzione sociale

3.3. LINEE GUIDA PER L'ANALISI

3.3.1. OSSERVAZIONE DI SUPERFICIE

3.3.1.1. collocazione del tg

3.3.1.2. durata

3.3.1.3. struttura

3.3.1.4. equilibrio tra studio e collegamenti

3.3.1.5. presenza pubblicità

3.3.1.6. modalità di interazione

3.3.1.6.1. intervista

3.3.1.6.2. dialogo

3.3.1.6.3. monologo

3.3.2. ORG. GENERALE DIE CONTENUTI

3.3.3. MODALITA' DI PRESENTAZIONE

3.3.3.1. scene di violenza

3.3.3.2. violazione codici di regolamento

3.3.3.3. drammatizzazione/narrativizzazione temi

3.3.3.4. trasparenza strategie comunicative

3.3.3.5. capacità riflessive

3.3.3.6. trasparenza e coerenza dei valori di riferimento

3.3.4. SELEZIONE DI UN SEGMENTO

3.3.4.1. notizia esplicita

3.3.4.2. riconoscibilità evento

3.3.4.3. contestualizzazione

3.3.4.4. distinzione notizia e commento

3.3.4.5. informazione implicita

3.3.5. LINGUAGGIO VERBALE

3.3.5.1. LESSICO E SINTASSI

3.3.5.1.1. complessità

3.3.5.1.2. appropriatezza

3.3.5.1.3. ricchezza

3.3.5.2. CONDUTTORE

3.3.5.2.1. ritmo esposizione

3.3.5.2.2. mimica

3.3.5.2.3. prossemica

3.3.5.2.4. tono

3.3.6. LINGUAGGIO ICONICO

3.3.6.1. ritmo del montaggio

3.3.6.2. movimenti della macchina

3.3.6.3. uso colore e luce

3.3.6.4. effetti speciali

3.3.7. INTEGRAZIONE CANALI AUDIO E VIDEO

3.3.7.1. congruenza immagini e parlato

3.3.7.2. no abuso immagini di repertorio