Idrocarburi Policiclici Aromatici (IPA)

Iniziamo. È gratuito!
o registrati con il tuo indirizzo email
Idrocarburi Policiclici Aromatici (IPA) da Mind Map: Idrocarburi Policiclici Aromatici (IPA)

1. A causa della loro tossicità il monitoraggio degli IPA deve seguire diverse normative ambientali

2. L'Azione Cancerogena

2.1. Un composto viene definito cancerogeno quando è in grado di interagire con il DNA, compromettendone la struttura e provocando un'alterazione genetica

2.2. Gli IPA non sono cancerogeni, ma diventano cancerogeni quando il nostro organismo tenta di metabolizzarli

2.2.1. Per cercare di eliminare gli IPA, composti stabili e lipofili, il nostro organismo addiziona acqua alla struttura aromatica così da renderli idrosolubili

2.2.1.1. Si generano, dunque, composti idrati che hanno una spiccata tendenza a legarsi con le molecole del DNA, alterando il patrimonio genetico delle cellule e aumentando la probabilità di cancerogenesi

3. una vasta classe di composti organici caratterizzata dalla presenza di più anelli benzenici condensati tra loro

4. molecole ad elevato peso molecolare formate da un numero di anelli variabile da 2 a 7

5. sono presenti nell'ambiente sotto forma di miscele complesse, contenenti oltre un centinaio di composti differenti

5.1. sono estremamente variabili e, per tale motivazione, negli anni ottanta la United States Environmentent Protection Agency e la World Health Organization hanno identificato 16 IPA e li hanno definiti "inquinanti prioritari"

6. Gli IPA vengono prodotti da processi di combustione

6.1. Le fonti degli IPA, in natura, si trovano, nel carbone e nel petrolio e, attraverso la raffinazione, si accumulano nelle frazioni pesanti come il bitume

6.2. Altre sorgenti sono le emissioni prodotte da incendi di boschi e le eruzioni vulcaniche

6.3. Gli IPA si formano dalla combustione incompleta di materiale di materiale organico

6.4. Le sorgenti antropiche sono molteplici

6.4.1. A causa di queste numerosi fonti gli IPA sono considerati composti ubiquitari, cioè presenti in tutti i comparti ambentali

7. Un Problema Ambientale

7.1. Nella direttiva 2004/107/CE del parlamento europeo il benzo[a]pirene è stato proposto come marker rappresentativo e la sua concentrazione massima non deve superare 1 ng/m^3

7.2. Gli IPA con più di quattro anelli tendono a condensare rapidamente, mentre quelli con meno di quattro anelli benzenici vengono degradati più facilmente

7.3. Gli IPA possono penetrare nei polmoni ed essere immessi nell'atmosfera per depositarsi sulle coltivazioni destinate all'alimentazione

7.3.1. Gli IPA possono entrare a contatto con gli alimenti anche attraverso l'assorbimento da suoli contaminati o da acque contaminate

8. L'Importanza della prevenzione

8.1. I rischi per la salute derivanti dagli IPA sono strettamente legati al nostro comportamento

8.1.1. Se siamo esposti soltanto ai contenuti di IPA residuali nell'ambiente e negli alimenti non abbiamo rischi elevati

8.2. E una nostra responsabilità, inoltre, cercare di limitare tutte le possibili esposizioni superflue, consumando con moderazione, ad esempio, prodotti affumicati o grigliati