TESSUTI: cellule con funzioni e strutture analoghe, tenute insieme da una sostanza extracellulare

Iniziamo. È gratuito!
o registrati con il tuo indirizzo email
TESSUTI: cellule con funzioni e strutture analoghe, tenute insieme da una sostanza extracellulare da Mind Map: TESSUTI: cellule con funzioni e strutture analoghe, tenute insieme da una sostanza extracellulare

1. TESSUTO EPITELIALE: cellule a stretto contatto con scarsa matrice extracellulare; non vescicolarizzati

1.1. Epiteli di rivestimento

1.1.1. Epiteli ghiandolari

1.1.1.1. epidermide->tessuto cheratinizzato

1.1.1.2. epitello delle mucose->non cheratinizzato

1.1.2. monostratificati

1.1.3. pseudostratificato -> unico strato ma nuclei posti a diverse altezze

1.2. Epiteli ghiandolari

1.2.1. epitello delle mucose->non cheratinizzato

1.2.2. ghiandole esorine-> no dotto escretore, riversano il secreto nel sangue

2. TESSUTO CONNETTIVO: poche cellule immerse in moltra matrice extracellulare (collagene +sostanza amorfa)->ruolo strutturale e metabolico

2.1. Tessuto adiposo: costutuito da adipociti

2.1.1. tessuto adiposo bianco: adipociti bianchi->accumulo di grassi

2.1.2. tessuto adiposo bruno: adipociti bruni e mitocondri ->termogenesi

2.2. Tessuto cartilagineo: condrociti+confroblasti localizati nei gruppi isogeni. Cartilagine è avvolta dal pericondrio

2.2.1. cartilagine ialina->articolazioni

2.2.2. cartilagine elastica->sostegno;fatta da fobre elastiche

2.2.3. cartilagine fibrosa-> ammortizzazione; fatta da collagene

2.3. Tessuto osseo: ogni ossa è ricoperto da periostio esternamente e endostio internamente->sostegno

2.3.1. matrice extracellulare:collagene + calcio

2.3.1.1. tessuto osseo spugnoso: lamelle intrecciate->midollo osseo rosso: funzione emopoietica

2.3.1.2. tessuto osseo comoatto: lamelle organizzate in modo concentrico a formare gli osteoni, che comunicano grazie ai canali di Volkmann

2.3.2. componenete cellulare

2.3.2.1. osteoblasti: sintesi della matrice ossea, che una volta calcificata rudurrà gli osteoblasti a osteociti

2.3.2.2. osteociti: cellule metabolicamente inattive inserite nelle lacune della matrice

2.3.2.3. osteoclasti: demoliscono il vecchio tessuto osseo-> riassorbimento osseo

2.4. Sangue

2.4.1. plasma: elettrofili, ormoni, glucosio, proteine plasmatiche

2.4.2. componente crepuscolata

2.4.2.1. globuli rossi (eritrociti): cellule anucleate ricche di emoglobina

2.4.2.2. globuli bianchi (leucociti): neutrofili,linfociti,monociti,eosinofili, basofili

2.4.2.3. piastrine (trombociti): frammenti della megacariocita-> coagulazione

3. TESSUTO MUSCOLARE

3.1. Scheletrico: Scheletro rivestito da epimisio e racchiude i fasci muscolari rivestiti da perimisio, che sono composti da fibre muscolari rivestite da endomisio. Fibre delimitate dal sarcolemma contenente il sarcoplasma e immerso nel reticolo sarcoplasmatico. Il reticolo si sviluppa intorno alle miofibrille formate da miofilamenti

3.1.1. contrazione muscolare: si libera Calcio che attiva la troponina, che cambia la forma della tropomiosina->la miosina si può ora legare all'actina->tramite ATP si contrae il muscolo. Il legame miosina.actina si idrolizza grazie ad un'altra olecola di ATP. Bilancio finale: 2 ATP

3.2. Cardiaco: involontario; formato da cardiomiociti=cellule MONONUCLEATE unite grazie ai dischi intercalari

3.3. Liscio: movimenti guidati da impulsi nervosi. Costituito da singole cellule che generano una contrazione lenta o ritmica, controllata da ormoni e dal sistema nervoso

4. TESSUTO NERVOSO: crea e elabora gli timoli nervosi attraverso i neuroni e i neuroglia

4.1. NEURONE: formato dal soma e da dendriti (azione centrifuga) e assoni (azione centripeta)

4.1.1. La velocità di propagazione è data dalla guaina mielitica, un rivestimento lipidico formato dalle cellule di Schwann o dagli oligodendrociti che isolano elettricamente gli assoni; la velocità dipende anche dal diametro degli assoni, maggiore è maggiore è la velocità di propagazione

4.1.2. Quando eccitati cambiano il potenziale d'azione (5 FASI)

4.2. NEUROGLIA: non trasmettono impulsi ma hanno una funzione regolatrice ->ASTROCITI

4.3. SINAPSI: giunzione che garantisce la trasmissione dell'impulso

4.3.1. CHIMICA, dipende dai neurotrasmettitori che possono essere eccitatori o inibitori ->MONODIREZIONALE

4.3.2. ELETTRICA: avviene attraverso le gap junctions->BIDIREZIONALE