Una tendenza dell'evoluzione della didattica on line

Iniziamo. È gratuito!
o registrati con il tuo indirizzo email
Rocket clouds
Una tendenza dell'evoluzione della didattica on line da Mind Map: Una tendenza dell'evoluzione della didattica on line

1. Apprendimenti informali on line

1.1. Community on line

1.1.1. Caratteristiche

1.1.1.1. 1. Impegno reciproco

1.1.1.2. 2. Impresa Comune

1.1.1.3. 3. Repertorio comune

1.1.2. Tipologie

1.1.2.1. Eterodiretta

1.1.2.1.1. Ente di formazione (Università)

1.1.2.1.2. Aziende

1.1.2.2. Autodiretta

1.1.2.2.1. Comunità di ex corsisti

1.1.2.2.2. Comunità professionale

1.2. Web 2.0 e recupero dell'informal learning

1.2.1. Web 2.0

1.2.1.1. Caratteristiche

1.2.1.1.1. 1. Web come piattaforma

1.2.1.1.2. 2. Sfruttare l'intelligenza collettiva

1.2.1.1.3. 3. Folksonomie prevalgono sulle tassonomie

1.2.1.1.4. 4. Gli utenti aggiungono valore ai siti

1.2.1.1.5. 5. Importanza dei dati, della possibilità di condividerli e integrarli in applicazioni diverse

1.2.1.1.6. 6. Eterna Beta Version

1.2.1.2. E-learning 2.0?

1.2.1.2.1. Caratteristiche di questo fenomeno

1.2.1.3. Web come piattaforma LMS

1.2.1.3.1. Personal Learning Environments

1.2.1.4. Fututo degli ambienti per l'apprendimento in Rete

1.2.1.4.1. Visione rivoluzionaria

1.2.1.4.2. Visione intermedia forte

1.2.1.4.3. Visione intermedia debole

1.2.1.4.4. Visione tradizionale

2. La rete dentro un'applicazione: "the Web is dead"

2.1. Motivazioni

2.1.1. Utilizzo degli strumenti browser per navigare si è ridotto sensibilmente dal 2000 ad oggi

2.1.2. Cresce l'uso delle Apps

2.1.3. Peer to peer ha iniziato la sua parabola discendente

2.1.4. Aumenta sempre più il ricorso al video streaming, sia live che on demand

2.2. Futuro mondo della didattica

2.2.1. i-learning

2.2.1.1. sostituzione della piattaforma LMS con una app

2.2.1.1.1. Vantaggi: maggiore semplicità d'uso

2.2.1.1.2. Svantaggi: difficoltà di andare oltre le funzioni base, con schermi piccoli e apparecchi privi della comodità di una tastiera di grandi dimensioni

2.2.1.2. lo sviluppo di app per la formazione potrebbe far decollare l'M-Learning

2.2.1.2.1. Apprendimenti situati ed esperienziali , didattiche sul campo

2.2.2. Learning on demand

2.2.2.1. Ripresa del distance learning

2.2.2.1.1. Ripresa dell'audiovisivo in pillole di videolezioni a basso costo

2.2.2.1.2. Contenuti dei video in spiegazioni di descrizioni snelle per rendere chiari i passaggi da distribuire sui dispositivi mobili

2.2.3. Live Learning

2.2.3.1. Variante del Learning on demand ma fatta in streaming video

2.2.3.1.1. La Lezione diventerebbe una specie di programma televisivo

2.2.4. 3D learning

2.2.4.1. Ipotesi suggestiva basata sullo sviluppo della tecnologia 3D