Jean-Jacques Rousseau "L'Emilio"

Mappa concettuale sugli estratti de "L'Emilio" di Rousseau

Iniziamo. È gratuito!
o registrati con il tuo indirizzo email
Rocket clouds
Jean-Jacques Rousseau "L'Emilio" da Mind Map: Jean-Jacques Rousseau "L'Emilio"

1. Bontà naturale

1.1. bontà naturale

1.2. idea di uomo che non esiste (stato di natura)

1.2.1. l'uomo per la chiesa nasce con i peccato originale perciò non è naturalmente buono

1.2.1.1. libro messo all'indice

2. Corruzione sociale

2.1. modello di corruzione sociale

2.2. comunque non si può fare a meno della società

2.3. tutto degenera nelle mani dell'uomo

2.3.1. l'uomo stesso

2.3.2. l'educazione stessa

3. Madre

3.1. ha il compito della prima educazione

3.1.1. l'uomo diventa tale grazie all'educazione che ha avuto da bambino

3.2. se sbagliano devono essere istruite\illuminate

3.3. abitudine di lasciare i bambini alle balie

3.3.1. restituendo i figli alle madri vi saranno numerosi cambiamenti, tutto po seguirà il suo corso al contrario se si eccede nella protezione

3.3.2. fasciavano i bambini per comodità, per controllarli meglio

4. Educazione

4.1. della natura

4.1.1. sviluppo delle facoltà e degli organi

4.1.2. non dipende dall'uomo

4.2. degli uomini

4.2.1. educazione ricevuta dagli altri uomini

4.2.2. dipende interamente dall'uomo

4.2.2.1. bisogna selezionre le persone che hanno contatti con il bambino

4.2.2.1.1. Rousseau porta l'Emilio in campagna da solo con lui

4.2.2.1.2. è il primo che sostiene che l'educazione può essere trasmessa in modo esclusivo

4.3. delle cose

4.3.1. esperienza personale ovvero dei sensi

4.3.1.1. non è da dare per scontato per l'epoca che l'uomo apprende con i sensi

4.3.1.1.1. si pensava che nel bambino ci fossero idee innate che dovevano solo essere risvelgliate; innatismo

4.3.1.1.2. Rousseau invece sostiene che il bambino nasce sprovvisto di tutto, ha solo i sensi da cui imparare; sensismo

4.3.2. dipende solo in parte dall'uomo

4.3.2.1. bisogna cercare di far fare al bambino esperienze educative

5. 3 tipi di educazione

5.1. se in disaccordo

5.1.1. male educazione

5.1.2. quando si vuole educare l'uomo in funzione della società

5.2. se in accordo

5.2.1. buona educazione

5.2.1.1. l'educazione è un arte

5.2.1.2. ci vuole fortuna

5.2.1.3. bisogna far coincidere l'educazione delle cose e degli uomini con quella della natura

5.2.1.3.1. ovvero bisogna dare un educazione fisica conforme alla natura (puericultura)

5.2.1.3.2. natura intesa come abitudine\disposizioni primitive

6. Uomo e cittadino

6.1. uomo naturale, rappresenta l'intero, ha rapporti con se stesso o col suo simile

6.1.1. educazione privata

6.1.1.1. non gli si insegna un mestiere o uno stato sociale ma la condizione umana

6.1.1.1.1. è importante per fare ciò il metodo di apprendimento

6.1.1.1.2. così saprà sempre come comportarsi

6.1.1.2. bisogna impedire che nulla sia fatto

6.2. cittadino o uomo civile, parte frazionaria del corpo sociale, non è più sensibile se non nel tutto

6.2.1. corrotto dalle istituzioni sociali

6.2.2. educazione pubblica

6.2.2.1. non deve esistere poichè non c'è più patria e dunque neanche cittadini

6.2.2.2. crea ottimi cittadini ma è la massima snaturazionedell'uomo naturale che finisce per odiare tutto ciò che non è patria

7. Educazione privata

7.1. il bambino deve avere una sola guida

7.2. bambino esposto ad ogni accidente della vita umana

7.2.1. vivere = agire e non sopravvivere più a lungo

7.2.1.1. perciò contro l'usanza di fasciare i neonati per impedire i movimenti

7.2.1.2. attraverso le facoltà gli organi e i sensi