IL CYBER - BULLISMO

Iniziamo. È gratuito!
o registrati con il tuo indirizzo email
Rocket clouds
IL CYBER - BULLISMO da Mind Map: IL CYBER - BULLISMO

1. Nella direttiva del 2007 del Ministero della Pubblica Istruzione

1.1. si evidenzia

1.1.1. per la prima volta il termine cyber-bullismo, definendolo come un particolare tipo di aggressività intenzionale agita attraverso forme elettroniche

1.1.1.1. ossia

1.1.1.1.1. il bullismo elettronico

1.2. fornisce

1.2.1. indicazioni interpretative in materia di sanzioni disciplinari

1.2.1.1. come

1.2.1.1.1. il temporaneo allontanamento dello studente dalla comunità scolastica, in base alla gravità del reato

1.2.2. indicazioni per la politica scolastica con coinvolgimento di tutte le componenti scolastiche

1.2.2.1. perchè

1.2.2.1.1. spetta alle singole scuole trovare strategie educative per la prevenzione al fenomeno del cyberbullismo e alla promozione alla cittadinanza

2. Quali sono i due termini chiave?

2.1. BULLISMO

2.1.1. quali sono le caratteristiche?

2.1.1.1. Intenzione di fare del male

2.1.1.1.1. perchè

2.1.1.2. Intensità e durata

2.1.1.2.1. perciò

2.1.1.3. Potere del bullo

2.1.1.3.1. si esprime

2.1.1.4. Vulnerabilità della vittima

2.1.1.4.1. si tratta

2.1.1.5. Mancanza di sostegno

2.1.1.5.1. perchè

2.1.2. di cosa si tratta ?

2.1.2.1. comportamenti offensivi e aggressivi messi in atto ripetutamente da uno o più individui ai danni di una persona per esercitare potere e dominio sulla vittima

2.1.2.1.1. che importanza ha il gruppo?

2.1.3. chi è il bullo/i?

2.1.3.1. si tratta di soggetti che si mostrano aggressivi, violenti e prepotentii verso coetanei

2.1.3.1.1. quali potrebbero essere le motivazioni?

2.1.4. necessita

2.1.4.1. di un contesto sociale dove svilupparsi

2.1.4.1.1. trovando

2.2. CYBER: relativo alla cibernetica o alla realtà virtuale o a internet

2.2.1. per cui

2.2.1.1. l'aggettivo cyber modifica il bullismo in un fenomeno nuovo e recente

2.2.1.1.1. connesso

3. Qual è la fenomenologia?

3.1. svelare informazioni riservate o video e immagini imbarazzanti per la vittima

3.2. appropriarsi dell'identità altrui inviando messaggi a nome suo

3.3. escludere qualcuno da un gruppo on-line creare gruppi contro

3.4. Offendere, diffamare, perseguitare, inviare messaggi osceni o volgari, postare informazioni false servendosi di strumenti come: e-mail, chat, forum, blog, social network e cellulari

4. Cosa comporta?

4.1. un ampliamento di pubblico che soddisfa il persecutore

4.1.1. pertanto

4.1.1.1. la vittima ha meno possibilità a nascondersi

4.1.1.1.1. per quale motivo?

5. Aspetti legislativi

5.1. nel 1998 la polizia postale apre il servizio: polizia postale della comunicazione, per la sicurezza informatica e garanzia dei valori costituzionali

5.1.1. è reato

5.1.1.1. la diffamzione: danneggiamento dell'altrui reputazione o prestigio

6. La scuola

6.1. E' il luogo dove maggiormente si manifestano azioni prepotenti e di prevaricazione

6.1.1. pertanto

6.1.1.1. deve farsi promotrice di atteggiamenti positivi, ripensando il proprio ruolo educativo, preventivo e di gestione delle situazioni

6.1.1.1.1. in che modo?

7. Come difendersi?

7.1. parlare del problema con qualcuno che possa aiutare (genitori, insegnanti)

7.2. non rispondere alle minacce

7.3. cambiare numero di cellulare, nikname e password

7.4. annotare tutto e contattare la polizia