I Padroni del Cibo

Iniziamo. È gratuito!
o registrati con il tuo indirizzo email
Rocket clouds
I Padroni del Cibo da Mind Map: I Padroni del Cibo

1. Controllano più del 70% del cibo nel mondo. I principali signori sono 10:

1.1. Mondelèz

1.2. Kellog's

1.3. Mars

1.4. Danone

1.5. Coca-Cola

1.6. Nestlè

1.7. Pepsico

1.8. Associated British Food

2. 450 miliardi di dollari di fatturato annuo e 7.000 miliardi di capitalizzazione, l’equivalente della somma del PIL dei paesi più poveri della Terra

3. Mentre sono 900 milioni le persone che soffrono la fame, sono 1,4 miliardi gli uomini e le donne che nel mondo hanno il problema del sovrappeso. Oxfam è un organizzazione che interviene contro questi casi facendo pressione sui gruppi alimentari spingendoli a migliorare le politiche sociali nei paesi. Un esempio è accaduto con Nestlé, Mondelez e Mars avendo a che fare con i diritti delle donne che lavorano nelle piantagioni di cacao.

3.1. Oxfam è una confederazione di 17 organizzazioni non governative (ONG) che lavorano in più di 100 paesi per trovare la soluzione alla povertà e all'ingiustizia.

4. Non tutti i signori del cibo hanno la stessa grandezza: provando a metterli in fila per fatturato, la Nestlé è la più grande della seconda classificata, la Pepsico. La Coca Cola è ben distaccata dalla sua vecchia rivale ed è ferma a 44 miliardi di fatturato, scavalcata da Unilever e Mondèlez. In fondo alla classifica la Kellogg’s con 13 miliardi di dollari di ricavi annui.

5. L’Italia è certamente uno dei paesi del mondo dove la concentrazione dei produttori di alimenti è meno forte. L’elenco di quelle principali sono ben al di sotto del livello dei colossi mondiali. L’unica che si avvicina per fatturato è la Ferrero, con 8,1 miliardi di euro di ricavi annui, circa 10 miliardi di dollari, poco meno dei 13 miliardi della Kellogg’s. Le altre sono molto più indietro.