Sviluppo fisico e motorio

Iniziamo. È gratuito!
o registrati con il tuo indirizzo email
Rocket clouds
Sviluppo fisico e motorio da Mind Map: Sviluppo fisico e motorio

1. Prenatale

1.1. Agenti teratogeni

1.1.1. Causano danni congeniti

1.2. Sviluppo embrionale

1.2.1. 3ª-8ª settimana

1.2.1.1. Periodo di rapido accrescimento

1.2.1.1.1. Inizia ad avere sembianze umane

1.3. Sviluppo del feto

1.3.1. Dalla 9ª settimana al parto

1.3.1.1. 3º mese

1.3.1.1.1. Sistemi funzionano

1.3.1.1.2. Rete di controlli nervosi si sovrappone all'attività muscolare diffusa

1.3.1.2. 4º mese

1.3.1.2.1. Primi movimenti

1.3.1.3. 4º/5º mese

1.3.1.3.1. 15 cm 250 g

1.3.1.3.2. Polmoni formati ma non funzionanti

1.3.1.3.3. Labbra sensibili al tatto

1.3.1.3.4. Battito cardiaco

1.3.1.4. 5º mese

1.3.1.4.1. Pelle sviluppata

1.3.1.4.2. Capelli e unghie

1.3.1.4.3. Periodo sonno /attività

1.3.1.5. 6º mese

1.3.1.5.1. Apre e chiude gli occhi

1.3.1.6. 26ª-28ª settimana 7º mese

1.3.1.7. Ultimi mesi

1.3.1.7.1. Accrescimento e ultimazione funzionamento di tutti gli organi

1.4. Nascita

1.4.1. Respira ossigeno dai polmoni

1.4.2. Si nutre dalla bocca

1.4.3. Termoregolarsi da solo

2. Crescita

2.1. Due tipi

2.1.1. Aumento del volume

2.1.2. Differenziazione e sviluppo delle funzioni corporee e psicofisiche

2.2. È

2.2.1. Processo continuo con ritmi diversi nei diversi periodi

2.2.2. Asimmetria

2.2.2.1. Sviluppo dei tessuti e degli organi non in contemporanea e con la stessa velocità

2.2.3. Pre-natale

2.2.3.1. Nei primi sei mesi più veloce

2.2.3.1.1. 1.8 mm al giorno

2.2.3.2. Si modificano le proporzioni corporee

2.2.4. Post-natale

2.2.4.1. Periodo neonatale

2.2.4.1.1. 0-28 giorni

2.2.4.2. Prima infanzia

2.2.4.2.1. Fino ai 2 anni

2.2.4.3. Seconda infanzia

2.2.4.3.1. 2-6 anni

2.2.4.4. Terza infanzia

2.2.4.4.1. 6-12 anni

2.2.4.5. Adolescenza

2.2.4.5.1. 12-20 anni

2.3. Altezza

2.3.1. N.50 cm

2.3.1.1. +50% ad 1 anno

2.3.1.1.1. Dai 2 anni +1cm ogni mese

2.4. Peso

2.4.1. N.3,4kg

2.4.1.1. Al 5º mese +100%

2.4.1.1.1. Ad 1 anno +200%

2.5. Circonferenza cranica

2.5.1. N.35 cm

2.6. Cosa sa fare NEONATO

2.6.1. Organismo autonomo

2.6.1.1. Nella struttura anatomico fisiologica

2.6.1.2. Nel repertorio comportamentale

2.6.2. Postura

2.6.2.1. Da supino

2.6.2.1.1. Ruota il capo

2.6.2.1.2. Flette gli arti

2.6.3. Riflessi

2.6.3.1. Rotazione capo

2.6.3.1.1. Se gli accarezzi la guancia

2.6.3.2. Suzione

2.6.3.2.1. La bocca a contatto con qualcosa da succhiare, succhia

2.6.3.3. Moro

2.6.3.3.1. Forte rumore o shock

2.6.3.4. Babinsky

2.6.3.4.1. Se tocchi la pianta del piede

2.6.3.5. Presa

2.6.3.5.1. Se tocchi il palmo della mano

2.6.3.6. Marcia automatica

2.6.3.6.1. Se lo metti in posizione eretta e gli fai toccare il pavimento

2.6.3.7. Concezione neurofisiologica classica

2.6.3.7.1. Insieme meccanico di sistemi isolati finché non sono stimolati

2.6.3.8. Concezione moderna

2.6.3.8.1. Organismo attivo

2.6.3.8.2. Modula le sue attività in base alle condizioni ambientali

2.6.3.8.3. Composto di sottoinsiemi che interagiscono

2.6.4. 5 Stati di coscienza

2.6.4.1. Sonno profondo

2.6.4.2. Sonno attivo

2.6.4.3. Veglia tranquilla

2.6.4.4. Veglia attiva

2.6.4.5. Pianto irrequietezza

3. Motorio

3.1. Nei primi mesi impara

3.1.1. Manipolare oggetti

3.1.2. Muoversi

3.1.3. Esplorare

3.2. Metodi

3.2.1. Teoria classica

3.2.1.1. Gesell e Amaturda 1947

3.2.1.2. Modello maturativo

3.2.1.2.1. Relazione causale tra lo sviluppo di nuove strutture neuroanatomiche e la comparsa di nuove abilità motorie.

3.2.1.2.2. Con la maturazione del sistema nervoso, comportamenti controllati dai centri sottocorticali passano al controllo di strutture corticali più evolute.

3.2.1.2.3. Sviluppo

3.2.2. Elaborazioni delle informazioni HIP

3.2.2.1. La mente umana è un computer

3.2.2.2. Sviluppo

3.2.2.2.1. costruzione di un sistema gerarchico di routine e schemi

3.2.3. Teoria sistemi dinamici

3.2.3.1. Hester Thelen

3.2.3.2. Sviluppo

3.2.3.2.1. Interazione tra diversi sistemi

3.2.3.2.2. Due linee di sviluppo

4. Postura

4.1. Muscoli ipertonici degli arti

4.2. Muscoli ipotonici del tronco

4.3. Sostentamento testa

4.3.1. 1 mese sul ventre solleva la testa

4.3.2. 2 mese solleva testa e spalle

4.3.3. 3 mese si appoggia sugli avambracci

4.4. Posizione seduta

4.4.1. 4/5 mese seduto con appoggio, curvo perché ipotonia tronco

4.4.2. 6º mese siede per più tempo. Schiena diritta ma tronco in avanti

4.4.3. 7º mese inizia a stare per poco tempo seduto

4.4.4. 9º mese seduto senza appoggio

4.5. Posizione eretta

4.5.1. 9º mese mi piedi se sorretto o appoggiato

4.5.2. 11/12mesi in piedi da solo

5. Deambulazione

5.1. Inizia un po' dopo rispetto posturale

5.2. 0-6 non si muove autonomamente

5.3. 7º mese

5.3.1. sul ventre striscia aiutandosi con gambe e braccia

5.3.2. Carponi: alcuni lo saltano come passaggio

5.4. 9/10 mesi qualche passo se sostenuto o in appoggio

5.5. 1 anno cammina con la mano

5.6. 13/14 cammina da solo

6. Manipolazione

6.1. Dipende dalla maturazione neuro muscolare e dall'esercizio

6.2. Sviluppo differenziato

6.2.1. Avvicinamento

6.2.1.1. Riguarda le tre articolazioni spalla gomito e polsi

6.2.1.2. 5-6 mesi: coinvolta la spalla. Mani è fissa rispetto all’avambraccio (rastrella)

6.2.1.3. 7-8 mesi: avambraccio e mano si spostano avanti e indietro

6.2.1.4. 8 mesi in su: le 3 articolazioni si coordinano e la mano arriva all’oggetto

6.2.2. Prensione

6.2.2.1. Cubito- palmare: oggetto afferrato nella parte cubitale, sotto al mignolo. No pollice.

6.2.2.2. Digito-palmare: oggetto condotto verso il palmo e afferrato con 3 dita: pollice, indice, medio.

6.2.2.3. Radio-digitale: oggetto sotto l’indice, implica l’opposizione tra pollice e indice.

6.2.2.4. Nei primi 6 mesi perde l'oggetto dalle mani spontaneamente

6.2.2.5. Tra il 6º-8º mese impara ad aprire e chiudere la mano volontariamente

7. Sistema nervoso

7.1. È un processo continuo

7.1.1. Con maggiore velocità rispetto agli altri tessuti nel periodo fetale

7.1.1.1. Alla nascita 14% peso corporeo

7.1.1.2. Adulto 3% peso corporeo