Workshop Il cinema documentario e la crossmedialità per la formazione interculturale

Get Started. It's Free
or sign up with your email address
Rocket clouds
Workshop Il cinema documentario e la crossmedialità per la formazione interculturale by Mind Map: Workshop Il cinema documentario e la crossmedialità per la formazione interculturale

1. - Eroi,conflitti, modelli narrativi e drammaturgici - Rapporto tra individuo/comunità/autorità; - Diverse visioni dello spazio e del tempo

2. L'esperienza del ForFilmFest AIFdal 2007: Festival/Seminario/Laboratorio/Vetrina www.forfilmfest.it (sesta edizione, 'Coraggio e Resilienza', Bologna 22-24 novembre 2012)

3. Volume: Formare con il cinema.- Questioni di teoria e di metodo (a cura di Sergio Di Giorgi e Dario Forti), Franco Angeli, 2011 (Collana AIF)

4. Perchè il documentario nella formazione (interculturale)

4.1. Analogie virtuose tra documentario (documentaristi) e formazione (formatori )

4.1.1. Aggiramento/scardinamento stereotipi e pregiudizi

4.1.2. Analisi critica su identità propria e/o altrui

4.1.3. Istanze di ricerca e verifica, quasi sempre ‘sul campo’; Istanze 'etiche' (rispetto a soggetti/oggetti del lavoro)

4.2. 'Meta-competenze': Progettare in corso d'opera

4.2.1. Incontro AIF con D'Anolfi e Parenti; Intervista (prossima uscita) su FOR-Rivista per la Formazione (F.Angeli) n.91, luglio/settembre 2012

4.3. Quale documentario? (vedi mappa 'Il cinema documentario e kla formazione interculurale' per incontro SIETAR Italia, Milano, 22.6.2012)

4.3.1. New node

4.3.1.1. New node

5. Esperienza del Sietar Film Festival: da Cracovia a Tallin

6. Scenari del Nuovomondo

6.1. Cultura digitale e Web 2.0

6.2. Opera e autorialità

6.2.1. Testi aperti vs Testi chiusi

6.2.2. Schermi e "dispositivi" multipli

6.2.3. Copyright vs Copyleft, Creative Commons, Remix, ecc.

6.2.4. Fine della (storica) distinzione tra ruoli

6.2.4.1. autore

6.2.4.2. spettatore/lettore

6.2.4.3. critico/interprete

6.3. Interazioni

6.3.1. Social Media e Social Network

6.3.2. Costruzione/diffusione condivisa di conoscenze/narrazioni

6.3.3. "User Generated Content", wiki, ecc.

6.3.4. Comunità di pratiche

6.4. Apprendimento

6.4.1. Auto-formazione e auto-organizzazione apprendimento

6.4.2. Utilizzo crescente approcci metaforici e linguaggi espressivi ; centralità delle "storie" (storytelling)

6.4.3. Piattaforme digitali

6.5. Integrazione

6.5.1. metodi

6.5.2. tecniche

6.5.3. strumenti

6.5.4. ambienti

6.5.4.1. modalità

6.5.4.1.1. formative

6.5.4.1.2. operative

6.5.4.1.3. blended e/o switch

6.5.5. Media/Linguaggi/Canali

7. Nuove metafore (competenze) per i formatori

7.1. Concierge

7.2. Ordinatore” di informazioni/saperi (funzione di ‘orientamento’)

7.3. Amministratore di rete

7.4. 'Curatore' di apprendimento

7.5. Il web è formazione, la formazione è il web

8. Cinema e formazione

8.1. Il cinema è...

8.1.1. un linguaggio complesso

8.1.2. una forma di narrazione simbolica e metaforica

8.1.3. un medium di massa

8.1.3.1. Emergere di altri immaginari

8.2. Cinema-archivio

8.2.1. approcci metodologici

8.2.1.1. auto-formazione/approccio autobiografico

8.2.1.2. formazione esperienzale

8.2.1.3. learning by doing

8.2.1.4. learning by playing

8.3. Cinema (e altri linguaggi audiovisivi) per narrazioni autonome

9. Cinema e formazione all'intercultura e/o 'cross-cultural'

9.1. Punti di attenzione specifici

9.2. Testo (Opera) e Contesto (Cultura)

9.3. 'Livelli' della cultura

9.3.1. Simbologie, modelli narrativi, emozioni, credenze

9.4. 'Dimensioni culturali'

10. Impatto su analisi cinema-archivio e su creazione nuove storie

10.1. Impatto su linguaggio in tutte le sue componenti: script, riprese, montaggio, ecc.