Ipotesi di lavoro sulla costruzione del curricolo di istituto

Get Started. It's Free
or sign up with your email address
Rocket clouds
Ipotesi di lavoro sulla costruzione del curricolo di istituto by Mind Map: Ipotesi di lavoro sulla  costruzione del curricolo di istituto

1. Interdisciplinarità

2. Gruppo1

2.1. Partire da zero è frustrante

2.1.1. Bisogna recuperare il lavoro già fatto

2.2. Necessità di attività comuni sul terzo biennio

2.2.1. Come?

2.2.1.1. Funzioni Obiettivo

2.2.1.1.1. Facilitatrici del processo

2.2.1.2. Lavorare insieme

2.2.1.2.1. Percorso di ricerca azione

2.2.1.2.2. Prassi laboratoriale

2.2.1.2.3. Creare un curricolo di Istituto

2.2.1.2.4. Consigli di classe congiunti

3. Gruppo8

3.1. Andare oltre la disciplina

3.1.1. Raccordo pedagogico

3.1.1.1. Curricolo

3.1.1.1.1. Evoluzione dal concetto di materia a quello di disciplina

3.1.1.2. Organizzazione didattica

3.1.1.3. Significatività pedagogica funzionale all'istituto

3.1.1.3.1. Partire dall'esperienza dei docenti

3.1.2. Condivisione del metodo di lavoro tra secondaria e primaria

3.1.2.1. Le prassi della primaria e secondaria sono diverse per la specificità del segmento scolastico

3.1.2.2. Metodologia di istituto

3.1.3. Importante la condivisione delle informazioni

3.1.3.1. Lessico comune

3.2. Strategia vincente

3.2.1. Buona relazione

3.2.2. Interesse

3.2.3. Curiosità

3.2.4. Motivazione

3.2.5. Metodologie

3.2.5.1. Apprendimento per scoperta

3.2.5.2. Apprendimento cooperativo

3.2.5.3. Figura dell'insegnante/mediatore/facilitatore

3.2.5.4. Ricerca azione

4. Gruppo2

4.1. Parole chiave

4.1.1. Verticalità

4.1.2. Libertà

4.1.2.1. Le conoscenze disciplinari non diventino prescrittive

5. Gruppo7

5.1. Condividere e definire le competenze

5.2. Creare gruppi di lavoro comuni tra primaria e secondaria

5.3. Recupero del lavoro comune

5.4. Promuovere la consapevolezza dell'alunno

5.4.1. Autovalutazione formativa

5.5. Costante feedback per modificare la progettualità

6. Gruppo3

6.1. Confronto

6.1.1. Individuare quattro macro-aree

6.1.2. Cercare aiuto da esperti

6.2. Come iniziare

6.2.1. Ricognizione Iniziale

6.2.1.1. Risorse umane

6.2.1.2. Risorse strumentali

6.2.1.2.1. Il curricolo dei docenti

6.2.2. Partire dai bisogni educativi

7. Gruppo6

7.1. Strategie metodologiche funzionali agli alunni in difficoltà

7.2. Funzione determinante del un consiglio di classe a scavalco tra primaria e secondaria

8. Gruppo4

8.1. Distribuzione pluriennale

8.2. Lavorare sulle "educazioni"

9. Gruppo5

9.1. Va recuperato il lavoro sulle competenze estrapolate dalle linee guida

9.2. Stabilire i FrameWorks

9.2.1. Il singolo consiglio di classe potrà stabilire i contenuti

9.2.2. Non preparare unità didattiche

9.3. Condizioni per lavorare

9.3.1. Flessibilità

9.3.1.1. Argomenti

9.3.1.2. Metodologie

9.3.1.2.1. Basate

9.3.2. Progetti trasversali

9.3.2.1. Con attenzione al territorio

9.3.3. Momenti di incontro

9.3.3.1. Attività trasversali

9.3.3.1.1. Didattica sulla linguistica (L2, L1, L3)

9.3.3.1.2. Cittadinanza e Costituzione

9.3.3.1.3. Competenza digitale