Create your own awesome maps

Even on the go

with our free apps for iPhone, iPad and Android

Get Started

Already have an account?
Log In

TROVO LAVORO EDUCATORE by Mind Map: TROVO
LAVORO
EDUCATORE
0.0 stars - reviews range from 0 to 5

TROVO LAVORO EDUCATORE

Intendiamo orientare i neo laureati in scienze dell'educazione - educatore sociale verso le informazioni basilari per l'accesso al mondo del lavoro nel loro specifico settore, nel territorio delle Regioni Veneto e Friuli Veneza Giulia. L'obiettivo è quello di fornire una piccola cassetta degli attrezzi dove poter recuperare le informazioni basilari per poter muovere i primi passi nella ricerca del lavoro. Questa mappa non vuol di conseguenza essere una guida, ma il tentativo di dare alcuni aiuti in merito al cimento di trovare lavoro come educatori sociali, attraverso un mix di informazioni prese dall'esperienza e dal materiale disponibile nel web.  

lavoro interinale

Molto diffuse in questi ultimi anni, le agenzie di lavoro interinale selezionano tramite colloquio una serie di figure professionali (tra cui gli educatori sociali) da sottoporre a chi cerca tali figure. Quando la domanda e l'offerta di lavoro si incontrano, il lavoratore selezionanto accede direttamente ad un contratto di lavoro a progetto nell'azienda privata o pubblica di cui diventa dipendente.

elenco agenzie

privato sociale

L'assunzione nel settore privato è in linea di massima tramite chiamata diretta, con modalità diverse che variano a seconda del soggetto selezionatore (curriculum, colloquio, ecc.)

fondazioni

Le fondazioni aventi scopo di erogazione di servizi alla persona hanno a disposizione di norma (al contrario delle associazioni) ingenti patrimoni, vincolati all'offerta di servizi nei quali vengono di norma impiegati, accanto ad altre figure professionali, degli educatori in qualità di dipendenti.

associazioni

In questi ultimi decenni si sono molte diffuse le associazioni che offrono servizi alla persona. L'associazione non può, per definizione, produrre utile da dividere tra i suoi soci; può però pagare la parte di personale che nopn opera in regime di volontariato.

cooperative

Le cooperative sociali che operano in campo sanitario e socioeducativo (cooperative di tipo A e di tipo B) sono tra i soggetti che maggiormente richiedono l'impiego di educatori sociali, poichè spesso vengono utilizzate dagli enti pubblici per l'attuazione di progetti e di interventi sul territorio. Le attività di impiego tipiche dell'ambito lavorativo dell'educatore sociale che possono essere svolte all'interno delle cooperative vanno dall'attività educativa domiciliare, alle comunità socioeducative, ai centri diurni, alle case di riposo. Nelle cooperative si può essere assunti in qualità di dipendenti o di socio lavoratore.

istituti privati

pubblico impiego

L'accesso al mondo del lavoro nel settore pubblico (anche per gli impieghi legati all'attività dell'educatore sociale) avviene attraverso pubblico concorso. Il concorso può essere per titoli e per esami, oppure solo per esami. Il concorso dà accesso a contratti a tempo indeterminato. Anche nel settore pubblico può avvenire la selezione diretta da parte dell'istituzione che offre lavoro, ma solo per contratti a progetto, a tempo determinato.

comuni

I comuni sono tenuti per legge ad erogare i servizi sociali alla persona. Possono farlo in maniera diretta o indiretta, tramite delega all'USSL, o a cooperative, o a associazioni. Nei grandi comuni, gli educatori sociali sono presenti in pianta organica.

ulss

Le aziende sanitarie locali (ULSS) forniscono servizi sociosanitari per aree sovracomunali. Impiegano educatori sociali soprattutto nei settori delle dipendenze, della cura delle persone portatrici di handicap, nella cura di persone con malattie psichiche.

ipab

Gli Istituti di Pubblica Assistenza e Beneficenza sono istituiti e normati dalla legge risalente Crispi addirittura al 1869. Nella Regione del Veneto sono annoverati tra gli Enti pubblici. Operano principalmente nell'ambito dell'intervento con anziani e minori, e in questi settori  impiegano educatori sociali.

regioni

La competenza dell Regione in questo settore è specificamente quella dell'emettere leggi e regolamenti; ai comuni spetta la titolarità dell'erogazione dei servizi. La Regione determina quindi gli standard delle strutture sociali e le formazione degli operatori in esse utilizzati, ivi compresi gli educatori sociali.

cosa fare

jjjjjj

scrivere curriculum

Molto spesso l'invio di un curriculum è il primo passo per entrare in contatto con un soggetto che può offrire lavoro. La cosa migliore è inviarlo via e-mail. Se è possibile, si cerchi di avere un nominativo della persona referente a cui inviare la propria domanda, per evitare che il curriculum -una volta inviato- vada smarrito, oppure che, una volta stampato e protocollato, finisca dimenticato in un cassetto senza che nessuno si prenda nemmeno il fastidio di leggerlo. Si cerchino informazioni circa il servizio cui inviare il curriculum, e -se possibile- si cerchi anche di essere a conoscenza del nominativo del responsabile della gestione di questo tipo di relazioni con l'esterno. E' quanto mai opportuno, pochi giorni dopo l'invio del curriculum via e-mail, fare una telefonata di cortesia per accertarsi se la richiesta sia arrivata, se sia stata letta, se ci sia qualche tipo di risposta; è un modo per attivare un secondo livello di contatto, quello telefonico. Comunemente la griglia che si utilizza per immettere i dati è quella del 'curriculum europeo'. Oltre alle classiche informazioni (dati anagrafici, percorso formativo e lavorativo), è opportuno cercare di evidendanziare le proprie particolari competenze e i propri specifici interessi (danza, cinema, scacchi, teatro, ecc.).

presentare domande

E' opportuno, nell'approccio ai soggetti che possono offrire lavoro, presentare una domanda di assunzione che contenga, oltre al curriculum, una lettera di accompagnamento, nella quale -in tono sempre formale- evidenziare meglio le proprie caratteristiche personali (tratti del carattere, intraprendenza, desideri, disponibilità al lavoro in equipe, valori fondamentali, ecc.).

affrontare colloquio

Quando si affronta un colloquio è importante saper far coesistere due aspetti apparentemente contrastanti: saper rimanere genuinamente se stessi, e nello stesso tempo saper entrare in sintonia con l'ambiente o la persona che opera la selezione/colloquio. E' sempre opportuno arrivare all'incontro preparati in merito alla struttura, al servizio, all'istituzione, all'organizzazione nella quale vorremmo essere assunti.

concorsi

Per partecipare ad un concorso pubblico è necessario non solo essere a conoscenza della sua esistenza, ma anche far pervenire la domanda di partecipazione entro i termini dettati dal concorso stesso. E' molto diffusa la convinzione dell'inutilità di partecipare ai concorsi pubblici, sulla base dell'assunto che essi siano pilotati, o già decisi in partenza; ovviamente nessuno può mettere la mano sul fuoco sul corrento funzionamento di questi meccanismi di ingresso al mondo del lavoro, ma gli scriventi sono a conoscenza di tanti educatori sociali che hanno trovato impiego grazie ai concorsi pubblici e senza avere "santi in paradiso". L'incoraggiamento è quindi quello di prepararsi bene e di partecipare!

servizio civile

Il servizio civile è un'opportunità di impiego che lo Stato offre a chi voglia impegnare un anno della propria vita in un progetto approvato dal Ministero delle politiche giovanili. Non è quindi un vero e proprio lavoro (anche se è prevista una retribuzione di circa € 500 mensili), ma può aprire strade interessanti. Per fare richiesta di ammissione al servizio civile bisogna avere meno di 26 anni.  

ong

Lo Organizzazioni non governative (Ong) sono spesso impegnate a livello internazionale con interventi di carattere sociosanitario. Pur essendo indipendenti dal punto di vista organizzativo e della definizione degli obiettivi, possono essere direttamente finanziate dai governi degli Stati di appartenza, ovvero tramite finanziamenti provenienti da privati (donazioni, ecc.).

ministero delle politiche giovanili

Nel sito del Ministero delle Politiche giovanili sono contenute tutte le informazioni utili in merito al servizio civile: modalità di accesso, opportunità, bandi.

servizio civile internazionale

cosa sapere

Si vogliono indicare i contesti normativi, legislativi, sindacali, i contratti di riferimento, nei quali si inserisce la professione dell'educatore sociale. Sono anche riportati alcuni link che costituiscono la 'scatola degli attrezzi' basilare per accedere a questo settore professionale.

contratti di lavoro

Ogni impiego lavorativo prevede un contratto di lavoro che statuisce diritti e doveri, retribuzione, ferie, malattie, ecc. Nel settore pubblico, i due contratti di riferimento sono quelli degli Enti locali e quello della Sanità pubblica. Nel settore privato, i contratti di lavoro sono di molte diverse tipologie. E' quindi molto importante, una volta individuato il possibile impiego nel quale si può venire assunti, andare a verificare quale sia il contratto di lavoro di riferimento: se per esempio, si viene assunti in una cooperativa, i contratto di riferimento è quello dele cooperative, ecc.

associazione di categoria

L'educatore sociale attualmente non ha (e forse non avrà mai) un albo professionale che ne tuteli la professionalità e che ne determini la deontologia. Vi sono però delle associazioni di categoria; la più importante di esse è, a livello nazionale, l'ANEP, Associazione Nazionale Educatori Professionali.

leggi di riferimento

Citiamo (e rimandiamo con i link) le due leggi più importanti: la legge 328/2000, legge quadro sui servizi sociali; la legge regionale del Veneto 22/2002, sull'accreditamento delle strutture sociosanitarie.

legge quadro 328/2000

legge regionale del veneto 22/2002

link utili

regione veneto

regione friuli venezia giulia

lega delle cooperative

informagiovani

siti utili

formazione aggiornamento

La formazione permanente è un elemento imprescindibile per ogni figura professionale, per l'educatore sociale soprattutto. Anche e soprattutto dopo la laurea si dovranno intraprendere percorsi formativi specifici per aumentare coonoscenze, competenze, professionalità, e per avere maggiori o ulteriori possibilità di impiego.

seminari SISF

seminari regione veneto

passaparola

Il passaparola rimane uno degli strumenti più efficaci allo scopo di acquisire informazioni utili per l'orientamento e per l'inserimento nel mondo del lavoro.